Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

30 settembre 2013

Si ripetono gli incidenti in palcoscenico della Scala. Esposto all’ASL

Filed under: Salute e Sicurezza — Lavoratoriscala @ 01:51

Milano 27 settembre 2013

Destinatario: ASL N1 di via statuto5, Milano.

All’attenzione di Cattaneo Giancarlo

Oggetto: esposto : Incidente 25 settembre 2013 .

Caduta lampadario Galà, Accademia al Piermarini.

Si ripetono gli incidenti in palcoscenico della Scala.

Il 25 settembre 2013 alle ore 10.30 é caduto un lampadario di scena che era sospeso nella torre scenica. Durante la messa a punto e preparazione tecnica per la prova del corpo di ballo dello prossimo spettacolo Gala’. Il lampadario appeso senza nessuna sollecitazione è piombato a terra in mezzo al palco. Diversi lavoratori si trovavano a pochi metri, ma per fortuna nessun danno alle persone. Solo un operatore delle pulizie che era molto vicino al punto di impatto del lampadario, ha accusato un piccolo malore per lo spavento. Le cause che hanno innescato l’ennesimo rischio grave per la salute e sicurezza dei lavoratori, sono: tempi stretti di produzione, assenza di procedure chiare, mancanza di dispositivi di sicurezza supplementari obbligatori per i carichi sospesi.

Si chiede verifica in cantiere.

Distinti saluti  Pierluigi Sostaro

Resp.salute e sicurezza C.U.B.informazione /spettacolo

logo_CUB                         lampadario Galà precipitato

27 settembre 2013

“Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 agosto 2013, n. 91, recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo”

Filed under: General — Lavoratoriscala @ 23:37
  • S.1014
    approvato

    25 settembre 2013
    Testi disponibili           Testo DDL 1014 (PDF PDF)
    1. Testo approvato 1014 (Bozza provvisoria) (PDF PDF)
    http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede_v3/Ddliter/testi/41869_testi.htm

    Conversione in legge del decreto-legge 8 agosto 2013, n. 91, recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo
    Approvato con il nuovo titolo
    “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 agosto 2013, n. 91, recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo”

  • Vedi in dettaglio il link con le modifiche
  • ART.11 in giallo evidenziati gli emendamenti approvati dal senato; – in rosso le parti da cassare; – in grassetto corsivo i nostri emendamenti.

 

6 settembre 2013

Fukushima mon amour. salvate il soldato Scala. Niente panico. La prima cosa da fare è…. scappare!

Filed under: General,Salute e Sicurezza — Lavoratoriscala @ 18:19
Siamo solidari con l’iniziativa dei coristi della Scala, (58,  per la precisione, che  rappresentano più della metà dell’organico) e che hanno espresso la loro preoccupazione prima di partire per Tokio.
Contestiamo chi l’aveva definita “strumentale”. In una lettera spedita al sindaco Pisapia (presidente onorario della Scala) e al Consiglio di amministrazione minacciarono di rifiutare la trasferta a meno di ottenere “certificazioni scritte da parte di organismi autorizzati dal Ministero della Salute e dall’Oms (l’organizzazione mondiale della sanità)”
Crediamo che le richieste erano legittime e adesso, con le recenti notizie dal Giappone possiamo solo sperare che non ci siano conseguenze pesanti per tutti i 400 lavoratori che si trovano li.
Restiamo perplessi davanti alla petizione che un gruppo di italiani residenti in Giappone, che davanti al problema giapponese, non sono obiettivi al vero pericolo che si corre in quel paese. Le notizie dei valori di contaminazione sono state stravolti e minimizzati al massimo.
La petizione  online, ricorda l’ignobile “fuga” del Maggio Fiorentino, presente in Giappone durante l’emergenza e rientrato in Italia senza onorare il resto del contratto, e per la quale sta raccogliendo le firme: “non vogliamo i coristi della scala in Giappone”.
Notizie http://it.euronews.com            05/09 18:47 CET

Una vera e propria cascata sotterranea che, passando per Fukushima, ne trascina in mare i detriti radioattivi. La fuga d’acqua contaminata dalla centrale giapponese, due anni fa colpita dallo tsunami, si arricchisce di nuovi particolari. Un video diffuso dal gestore Tepco rivela il transito di un corso d’acqua proprio sotto il reattore numero 1. Finora si è tentato di contenere i danni, ma limitarsi ad aspirarla si è rivelata una battaglia persa in partenza. In totale, le stime rivelano già la presenza di 400.000 tonnellate d’acqua contaminata da sostanze radioattive. Almeno 300 se ne riversano ogni giorno nel sottosuolo, per poi confluire nell’Oceano. Con l’annuncio alle porte del paese che ospiterà i Giochi Olimpici del 2020, il governo si è affrettato ad allentare i cordoni della borsa e a promettere un pronto intervento.

Appena pochi giorni fa, l’annuncio che una cifra pari ad oltre 35 milioni di euro sarà destinata alla costruzione di una “gabbia di ghiaccio”. Dei condotti d’acciaio pomperanno cioè un liquido refrigerante a 30 metri di profondità, ghiacciando così il suolo sottostante al reattore e isolandolo dai corsi d’acqua. Il via ai test è atteso non prima della metà di ottobre. I costi per la sola sperimentazione sono stimati all’equivalente di quasi 10 milioni di euro. Perché si passi alla fase operativa bisognerà però attendere fino a marzo 2015. Sul totale dell’operazione – per circa un terzo finanziata dalla Tepco che gestisce l’impianto – il governo ha approvato un contributo pari a quasi 250 milioni di euro. “Finora abbiamo lasciato che Tepco gestisse una buona parte dei lavori – ha detto il Ministro giapponese di economia, industria e commercio, Toshimitsu Moteghi -. D’ora in poi il governo prenderà in carico quelli più urgenti e fornirà il budget necessario. La speranza è che il nostro intervento contribuisca ad accelerare le procedure”. Rassicurazioni governative che precedono di poche ore la bacchettata a Tepco dell’autorità di controllo per l’energia nucleare. Ultimo rimprovero in ordine di tempo, quello di una comunicazione confusa sulla reale dimensione della contaminazione a Fukushima.

LA TEPCO AMMETTE DI AVER DELIBERATAMENTE UTILIZZATO RILEVATORI DI RADIAZIONI CHE FORNISCONO DATI INFERIORI ALLA REALTÀ: LE EMISSIONI RADIOATTIVE SONO STATE BEN PIÙ ALTE DI QUANTO DICHIARATO

fonte     http://www.naturalnews.com/041881_fukushima_radiation_leaks_deception.html

5 settembre 2013

Conversione in legge del decreto legge ‘Valore Cultura’ n.91 dell’8 agosto 2013 recante “disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo”.

Filed under: General — Lavoratoriscala @ 12:52

Ieri in sede referente si è riunita la 7° Commissione del Senato (Istruzione pubblica,beni culturali,ricerca scientifica,spettacolo e sport) per esaminare il disegno di legge n. 1014 concernente la conversione in legge del decreto legge ‘Valore Cultura’

Governo Italiano - torna alla pagina principale  Presidenza del Consiglio dei MinistriConsiglio dei Ministri n.18

2 Agosto 2013

La Presidenza del Consiglio comunica che:
Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 10.30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Enrico Letta. Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Filippo Patroni Griffi.

Fondi per il rilancio delle Fondazioni lirico-sinfoniche
La norma serve a risanare la situazione debitoria delle Fondazioni lirico-sinfoniche. È previsto un iter speciale a richiesta delle Fondazioni in stato di crisi che potranno accedere a un fondo di 75 milioni di euro, che sarà gestito da un commissario straordinario.
Le Fondazioni, per accedere al fondo, dovranno:

  • presentare entro 90 giorni un piano industriale di risanamento;
  • ridurre fino al 50% del personale tecnico amministrativo;
  • interrompere i contratti integrativi.

Il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, per salvaguardare i lavoratori, ha previsto la possibilità di trasferimento nelle varie sedi territoriali di Ales spa del personale tecnico amministrativo in esubero fino al 50%.
Cambia la governance: si stabilirà l’obbligo del pareggio di bilancio e l’applicazione delle norme del codice dei contratti pubblici.

Verrà introdotto l’obbligo di cooperazione tra le fondazioni e di condivisione di programmi e spettacoli.

4 settembre 2013

Risposta dell’ASL di Milano riguardante gli esposti per gli infortuni.

Filed under: General,Salute e Sicurezza — Lavoratoriscala @ 22:59

LA RISPOSTA DELL’ASL AGLI ESPOSTI DELLA CUB SUGLI INCIDENTI DELLA SCORSA STAGIONE: La responsabilità è del sovrintendente.

vedi documento/fax :   asl scala 25 luglio 2013
3d abstract running doctors

 

Powered by R*