Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

4 agosto 2014

Merci president, merci Hollande

Filed under: General — Lavoratoriscala @ 22:59

Egregio console francese di  Milano

Con la presente intendiamo far rivolgere tramite lei  al presidente della repubblica francese il nostro vivo ringraziamento per l’interessamento ai problemi della Scala. Abbiamo preso atto della sua generosità di richiamare per ragion di stato  il sovrintendente Lissner alla guida dell’opera de Paris sottraendolo alla Scala. Per ragioni di stato ci avete liberato da colui che è costato almeno 10 milioni di euro in questo ultimo decennio alla Scala. In un periodo  di grave crisi del teatro italiano ovvero di recessione del finanziamento pubblico e di enormi sacrifici dei lavoratori .
Caro presidente Hollande immaginiamo  che per la scelta di richiamare  in patria Lissner  avrà pesato il fatto di aver   saputo che i lavoratori della Scala in questi dieci anni han dovuto rivolgersi in centinaia alla magistratura per vedersi riconosciuto dopo anni e anni  un contratto rispettoso dei diritti che in francia sono inviolabili e sacri . Le donne che lavorano alla Scala hanno sofferto e tutt’ora soffrono di contratti  capestro al limite del caporalato nei settori chiave del palcoscenico per una paga da fame . In questi anni si sono installate società di servizi esterne attraverso gare a dir poco dubbie . I rapporti sindacali sono stati pessimi . Lissner Sarà ricordato per non aver riconosciuto un’ importante organizzazione sindacale interna al teatro e soprattutto  per la grave resistenza opposta al diritto dei lavoratori ex esposti all’amianto di aver  una forma di prevenzione collettiva da parte  dalle strutture sanitarie  preposte. Lei forse non sa  che il  suo nuovo sovrintendente aveva una credit card illimitata, una macchina blu a disposizione e un autista  che portava in tutta europa i suoi parenti di cui 10 figli o giù di li’ e chissà quante mogli  . Verrà ricordato Per aver licenziato il suo autista che troppo vedeva” interessi privati con mezzi pubblici”.Verrà ricordato, Per aver lasciato fare al capo del personale concorsi pubblici a dir poco dubbi  e per aver perso centinaia di abbonati . Per decine di cooproduzioni che una cosa avevano di certo , non la qualità eccelsa a cui pensava di convincere noi lavoratori e il pubblico ma bensì le enormi provvigioni  che egli intascava e di cui  mai nessuno gli chiedeva conto come invece  han fatto a spada tratta  contro  Pereira . Per i bilanci ” magicamente” in pareggio tranne uno che è piombato sulle spalle dei lavoratori  . Verrà ricordato per non aver mai sostituito chi andava in pensione in palcoscenico tra i tecnici che  vedevano invece aumentare i carichi di lavoro e quello notturno più pericoloso . Ma soprattutto per  le decine di incidenti sul lavoro che sempre abbiamo denunciato e solo la cabala ha voluto che non ci scappasse il morto . Verrà ricordato per aver dovuto sostituire il rappresentante della sicurezza della scala d’autorità grazie alle  denunce della C.U.B. e  per l’intervento dell’A.s.l. . Il responsabile degli allestimenti allo stesso momento ( il controllato) faceva il responsabile della sicurezza  ( cioè il controllore). Ce  n’est pas possible ! esclamerà caro presidente. Lissner Verrà ricordato addirittura per aver fatto cambiare per decreto legge tramite l’ex ministro Passera e ancor prima socio c.d.a. della fondazione Scala, la possibilità di utilizzare  dei ponti mobili del palcoscenico in cui era vietatissimo (come si puo’ leggere dal mauale del costruttore) camminarci sopra durante il loro movimento, in una macchina teatrale perfettamente a norma per il movimento con sopra degli artisti. I quali  tra l’altro   devono perà adesso  firmare una liberatoria. Una semplice formalità..Sa in caso di disgrazia..
Per tutto questo  le diciamo; ” grazie Hollande”. Per averlo richiamato in patria .
Noi Sappiamo che la vera ragion di stato per lei era salvare la Scala.
Non si allarmi president  le requin ( squalo) come viene soprannominato oltralpe da voi, fa ancora in tempo a dirigerlo,  evidemment pour raison d’etat , in un acquario .
Merci president . w la Liberation (da Lissner ) w la republique w la France.
Cordialment,
cub info spettacolo

Powered by R*