Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

4 settembre 2011

CORPO MASCHERE TEATRO ALLA SCALA: CHIEDIAMO SOLO DIRITTI

Filed under: Uncategorized — Tag: — Lavoratoriscala @ 20:03

Siamo il Corpo Maschere del Teatro alla Scala, coloro che
Vi mettono a Vostro agio per poter assistere agli spettacoli, accompagnandoVi ai posti e garantendo la Vostra sicurezza. Noi ci occupiamo di prevenire e risolvere tutti i piccoli e grandi inconvenienti che non permetterebbero al Teatro alla Scala di assicurare quella qualità ed eccellenza di cui può menar vanto e delle quali l’intera città di Milano è giustamente orgogliosa.
Molti di noi studiano o lavorano con contratti a termine di ogni genere, precari e sot-
topagati, e quindi per noi il lavoro di “maschera a prestazione” al Teatro alla Scala rap-
presenta, nonostante la sua estrema flessibilità, un introito a suo modo vitale con il
quale pagarci tutto: studi, affitti e spese essenziali per andare avanti.
Noi, “L’Immagine” del Teatro alla Scala ormai da tanto tempo, chiediamo di poter otte-
nere un contratto che ci assicuri i diritti minimi, quali infortunio, malattia, equo salario
e stabilità lavorativa a riconoscimento dell’elevata professionalità che giornalmente, da
anni, prestiamo al Teatro alla Scala e al suo Pubblico.
E’ a questo scopo che, ormai da un anno, vanno avanti trattative sindacali fino a questo
momento infruttuose. Così in occasione della pausa estiva (non si possono chiamare ferie in quanto veniamo LICENZIATI all’ultimo spettacolo di luglio) si era concordata una tregua nelle trattative, con l’assicurazione da parte della Fondazione che non sarebbe cambiata la tipologia contrattuale al momento del nuovo contratto a settembre. Con nostra grande sorpresa invece non solo il contratto proposto è cambiato, ma è anche peggiorativo addirittura subordinando la sua firma alla dichiarazione di dati personali da
parte del lavoratore in assoluta violazione dello Statuto dei Lavoratori. Infine, fatto forse più grave di tutti, la direzione non ha rinnovato il contratto ad alcuni di noi.
Purtroppo la strategia della direzione appare chiara: ridurre quella parte di organico
che può aspirare a condizioni contrattuali più solide in virtù degli anni spesi in teatro,
per sostituirlo, forse, con un organico sottoposto a forme contrattuali più deboli e
flessibili. Non solo salario basso e pochi diritti, ma precari a vita!
Per tutti questi motivi chiediamo al Teatro alla Scala di sospendere questa scelta
sciagurata, sintomo di rapporti sindacali ormai completamente deteriorati, e di riprendere le trattative per la stabilizzazione.
Al Pubblico chiediamo solidarietà al fine di preservare la qualità del servizio, possibile
solo conservando i numeri in organico, e adesione alle forme di mobilitazione che saremo
costretti a effettuare per difendere i nostri diritti

Buon Concerto
Corpo Maschere Teatro alla Scala

Il volantino sarà distribuito dal Personale di Sala al Pubblico, al momento dell'ingresso il giorno 4 settembre.

76 Comments

  1. Al Teatro alla Scala scioperano le maschere

    Lo sciopero è indetto sulla seconda prestazione del 9 settembre.

    Al Teatro alla Scala di Milano le maschere hanno indetto uno sciopero sulla seconda prestazione del 9 settembre. Se sarà confermato salterebbe dalla programmazione la prima del "Fidelio". La rimostranza risiede nell'insoddisfazione dei lavoratori sul contratto che è stato loro sottoposto. C'è comunque una settimana di lavoro per scongiurare uno scipero che coinvolgerebbe la "Prima" rappresentazione del "Fidelio".

    Fonte: Stefano Testin


    Notizia del: 04/09/2011 14:00

    Commento by AutoOrgScala — 5 settembre 2011 @ 00:41

  2. Ciao, faccio parte anche io dell ormai tristemente noto reparto maschere del Teatro Comunale di Firenze ed anche noi da luglio abbiamo appreso che con molta probabilità non saremo reintegrati al lavoro in quanto a causa di un bilancio in rosso e debiti x milioni di euro intendono tagliare le spese partendo da noi che siamo ovviamente i più deboli contrattualmente parlando,volendoci però sostituire con una cooperativa esterna che a loro dire costerebbe meno! siamo in guerra ormai da due mesi,abbiamo mobilitato tutte le rappresentanze sindacali,il comune sindaco compreso,la provincia e la regione! abbiamo chiesto il reintegro di tutte le maschere possibilmente con lo stesso contratto di sempre,al massimo accetteremo una riduzione del numero del personale(in totale siamo 37)e tra pochi giorni sapremo la risposta!
    La nostra sovrintendente è milanese ed ha anche lavorato x la Scala e quindi considera il vs teatro come esempio e punto di riferimento x scelte future! Ecco xchè vi ho scritto x saperne di più e aprire un dialogo con voi sulla situazione che ci accomuna purtroppo in quanto dalle vostre scelte future può dipendere anche il nostro futuro!
    Teniamoci aggiornati suoi prossimi eventi,se volete saperne di più collegatevi su fb nella pagina "contro il licenziamento delle maschere del t.del.maggio musicale fiorentino"oppure tramite il mio profilo!
    A presto
    Federica

    Commento by anonimo — 5 settembre 2011 @ 08:31

  3. Musicista disoccupato  senza sussidio cerca lavoro come maschera a 5 euro l'ora in cooperativa 

    Commento by anonimo — 6 settembre 2011 @ 18:04

  4. Scontro in teatro Scala,
    ancora tensione Il «Fidelio» resta, a rischio.

    06/09/11

    GIORNO MILANO

    SCALA, ANCORA TENSIONE IL "FIDELIO" RESTA A RISCHIO – SCALA, ANCORA TENSIONI IN TEATRO E IL FIDELIO RESTA APPESO A UN FILO

    BUFERA AL PIERMARINI
    NODO AL CENTRO DEL CONTENDERE IL CONTRATTO DELLE MASCHERE E DEI LAVORATORI SERALI LA RASSICURAZIONE SABATO SCORSO LISSNER HA TELEFONATO AL DIRETTORE DEL TEATRO AUSTRIACO MEYER

    Niente accordo dopo la riunione-fiume. Si tratta a oltranza TRATTATIVA Stéphane Lissner si è impegnato in prima persona per garantire la trasferta .
    di NICOLA PALMA — MILANO —

    NON È SERVITA la riunione-fiume in via Filodrammatici: il Fidelio di Beethoven, in programma il 9 settembre, resta ancora appeso a un filo. Così come la trasferta milanese dello Staatsoper di Vienna, che dovrebbe esibirsi proprio con l'opera di Beethoven sul palcoscenico del Piermarini. Ieri pomeriggio era in programma un vertice decisivo tra la direzione della Scala e i sindacati: all'ordine del giorno, la proclamazione di sciopero sulla seconda prestazione di venerdì prossimo. Sul tavolo, il contratto di personale di sala, cioè le «maschere», e dipendenti «serali» (sarti, parrucchieri, truccatori), al centro di un duro scontro tra la dirigenza e i rappresentanti dei lavoratori: secondo Cgil e Uil, infatti, l'ente di via Filodrammatici non avrebbe rispettato i patti «di fine luglio», cambiando in corsa il tipo di accordo con gli «stagionali» e «subordinando la firma alla dichiarazione di dati personali, in piena violazione dello Statuto dei lavoratori».

    ACCUSE PESANTI, quelle dei sindacati. Che in una lettera inviata per conoscenza anche al presidente della Fondazione, il primo cittadino Giuliano Pisapia, hanno attaccato senza mezzi termini Lissner, accusandolo di aver portato avanti negli ultimi tempi «una condotta antisindacale». Insomma, una matassa tutt'altro che facile da sbrogliare. Ancora in bilico la trasferta milanese di orchestra e coro della Staatsoper di Vienna
    A settantadue ore o poco meno dall'esibizione dell'orchestra austriaca, non è stata ancora presa una decisione definitiva: lo sciopero è confermato, anche se oggi si tornerà a trattare a oltranza. Una cosa è certa: la tournée viennese di orchestra e coro della Scala, nell'ambito di uno scambio culturale che li porterà allo Staatsoper con la Messa da Requiem di Verdi (diretti dal maestro Daniel Barenboim), non è in discussione. «Quello spettacolo si farà», hanno ripetuto i delegati sindacali sin dall'inizio della vertenza. Tuttavia, annullare lo spettacolo degli austriaci a Milano non eviterebbe al teatro una figuraccia internazionale. Anche perché sabato scorso, il giorno dopo la proclamazione di sciopero, Stéphane Lissner si è impegnato in persona con il numero uno del teatro austriaco, Dominique Meyer, rassicurandolo al telefono sulla conclusione positiva della vicenda. Invece no. Almeno per ora. «Si sta lavorando per una soluzione – si limitano a dire i rappresentanti della Uil – Ci rivediamo domani (oggi, ndr)». Nessun commento dalla Cgil: ieri sera, gli incontri tra i lavoratori sono andati avanti fino a tarda notte. Oggi è l'ultima chiamata: o i sindacati fanno un passo indietro o Lissner sarà costretto a cancellare definitivamente la rappresentazione dal cartellone. ***

    Commento by anonimo — 6 settembre 2011 @ 18:25

  5. Ciao Salvatore, non ti dimenticheremo.

    Ricordiamo con affetto le tue dichiarazioni quando hai difeso i lavoratori e la cultura contro i tagli. Grazie    
         Lavoratoriscala Il Sottoscala

    Licitra: Contro i tagli ai teatri sì ai volantini prima dell' Aida

    Repubblica — 21 agosto 2010 pagina 3 sezione: MILANO

    I SINDACATI principali hanno accolto decisamente con freddezza la decisione dei comitati di base del Cub di fare volantinaggio nel corso della tournée argentina della Scala per denunciare i problemi del Piermarini tra la nuova legge Bondi e i tagli alla cultura. Ma un applauso arriva, ed è davvero autorevole: è del tenore che sarà il protagonista degli spettacoli in programma al teatro Colon di Buenos Aires dal 29 al 31 agosto, insomma di Salvatore Licitra. Che, interpellato, non si nasconde: «Sono denunce giuste per mantenere viva l' attenzione. Chi lavora nell' arte ha comunque una famiglia da mantenere ed è giusto che si preoccupi e faccia capirei problemi anchea chiè fuori dall' ambiente. Se fosse per me farei in modo di investire nel futuro, nel portare avanti il nostro patrimonio culturale». Certo, non è una questione solo italiana, «anzi – prosegue il 42enne tenore – la situazione è disastrosa in tutto il mondo, e non lo dico per fare una critica gratuita. Non ci sono solo i tagli alla cultura, ma anche direttori artistici totalmente privi di preparazione, io a mio figlio direi di fare un altro lavoro, anche se avesse la voce». Licitra la voce ce l' ha, eccome,e anche per questo a Buenos Aires sarà lui Radames nell' Aida in programma il 29 e il 31 e diretta da Daniel Barenboim. Un ruolo che ha già interpretato oltre 100 volte in molti teatri sparsi per il mondo: «Ma al Colon non sono mai stato, e sono davvero molto curioso di cantare in un posto con un passato così glorioso, di cui tutti parlano. Anche Placido Domingo, che ho sentito un paio di giorni fa, me ne ha detto meraviglie». – LUIGI BOLOGNINI

    Commento by anonimo — 6 settembre 2011 @ 18:59

  6. EVVIVA IL COMPAGNO LICITRA , LA CUI PERDITA CI RATTRISTA MOLTISSIMO. IL PIù AMATO CANTANTE TRA I LAVORATORI DELLA SCALA.

    CIAO TORE
    Roberto

    Commento by anonimo — 7 settembre 2011 @ 10:08

  7. l'esternalizzazione delle maschere a Milano è avvenuto al Piccolo Teatro,con una cooperativa .
    Stesso costo per il teatro , abbassamento drastico  della qualità del servizio a detta del pubblico.Grosso guadagno per i caporali delle coop.
    Fate immediatamente causa , come han fatto COME FACCIAMO IN Scala.    ( già due maschere han vinto e otenuto il posto fisso)

    ps: La vostra sovrintendente ha fatto carriera solo perchè si è sposata con Micheli il banchiere organizzatore di Mi-TO.
    Alla scala ha fatto una comparsata in qualche ufficio. e stop.

    Commento by anonimo — 7 settembre 2011 @ 10:14

  8. 07/09/11

    GIORNO MILANO

    SCALA, GUERRA DI LOGORAMENTO TRATTATIVE A OLTRANZA IN TEATRO

    BUFERA AL PIERMARINI IN VIA FILODRAMMATICI INCONTRI FINO A TARDA NOTTE TRA DIRIGENZA, CGIL E UIL PER SCONGIURARE LA PROTESTA SUL TAVOLO AL CENTRO DEL CONTENDERE IL NUOVO CONTRATTO PER «MASCHERE» E SERALI

    Scala, guerra di logoramento Trattative a oltranza in teatro Proseguono gli incontri con i sindacati per evitare lo sciopero di venerdì di NICOLA PALMA — MILANO —

    «UN PARTO DIFFICILE», lo definisce un sindacalista. Trattative a oltranza alla Scala per scongiurare lo sciopero di venerdì. Fosse confermato lo stato di agitazione, salterebbe la trasferta della ,Staatsoper di Vienna, attesa a Milano nell'ambito di uno scambio culturale con il Piermarini; la stessa sera, in Austria, orchestra e coro del Piermarini si esibiranno con la Messa da requiem di Verdi («Quel concerto si farà», hanno sempre assicurato i sindacati), diretti dal maestro Daniel Barenboim; gli artisti austriaci, invece, dovrebbero portare in scena il Fidelio di Beethoven. Il condizionale resta d'obbligo, anche perché i negoziati sono andati avanti fino a tarda notte: alle 22 di ieri sera, era tutto ancora in stand-by. Insomma, Cgil c Uil alla guerra contro la direzione del teatro, accusata di aver violato i patti e di aver modificato in corsa (senza consultare i rappresentanti dei lavoratori) il contratto di personale di sala, le cosiddette «maschere», e serali (truccatori, sarti, parrucchieri). GIORNATA CAMPALE in via Filodrammatici: prima la riunione (dalle 13 alle 15) tra i delegati Cgil e Uil e gli iscritti, poi l'ennesimo vertice con la dirigenza dell'ente lirico-sinfonico. Tuttavia, sette ore di confronto serrato non sono bastate per mettere fine alla vertenza iniziata quasi una AGITAZIONE Le maschere del Piermarini in trattativa con la direzione minacciano lo sciopero IN BILICO Rischia di saltare ii Fidelio di Beethoven eseguito dallo Staatsoper di Vienna settimana fa con una lettera inviata dai due sindacati a Lissner, al direttore generale Maria Di Freda, al direttore del personale Do- menico Mecca e, per conoscenza, al nuovo presidente della Fondazione scaligera, il sindaco Giuliano Pisapia. «È stato violato lo Statuto dei lavoratori», denunciano Cgil e Uil. In poche parole, il teatro avrebbe subordinato la firma dell'accordo alla «dichiarazione di dati personali»; si parla di informazioni su un'eventuale seconda occupazione delle «maschere». Inoltre, i sindacati non hanno risparmiato critiche alla gestione del sovrintendente Stéphane Lissner, definendola la sua condotta «inaffidabile» e accusando il numero uno francese di aver portato il sistema di relazioni in teatro «a un punto di degrado tale da ravvisare gli estremi di un atteggiamento sindacale». Una cosa è certa: la cancellazione dell'opera firmata Staatsoper sarebbe una figuraccia internazionale. Come quella sfiorata nell'estate scorsa, quando una minaccia di sciopero mise in pericolo la tournée scaligera a Buenos Aires. In quell'occasione, tutto rientrò, anche grazie a un impegno diretto dell'allora primo cittadino Letizia Moratti. E oggi? E ancora tutto in discussione. A due giorni dallo spettacolo dei viennesi. ***

    Commento by ramonn — 7 settembre 2011 @ 11:06

  9. Comunale Oggi Colombo incontra i sindacati.

    Roma; niente commissario Il piano salva-Maggio: tagli agli stipendi, di tutti Maggio Musicale, è arrivato il giorno del redde rationem. Stamattina l'incontro tra dirigenza e rappresentanti dei lavoratori si prospetta caldo perché il nucleo della proposta economica che la sovrintendente Francesca Colombo sottoporrà ai sindacati riguarda il ridimensionamento degli stipendi per tutti i lavoratori. Dirigenti inclusi. La numero uno di Corso Italia e i suoi collaboratori più stretti sarebbero pronti ad accettare l'invito del sindaco Matteo Renzi a ridursi gli emolumenti ma un sacrificio sarà chiesto ai dipendenti.

    Comunale Oggi l'incontro tra la sovrintendente e i sindacati. Sul tavolo il piano di rientro del deficit Maggio, un taglio agli stipendi (anche per dirigenti e consulenti) Renzi scrive al ministero. Commissariamento? Il ministero nega Debiti Sabato arrivano i compensi di agosto grazie a un prestito delle banche È arrivato il giorno del redde rationem per il futuro del Maggio. Stamattina l'incontro tra dirigenza e rappresentanti dei lavoratori si prospetta caldo perché il nucleo della proposta economica che la sovrintendente Francesca Colombo sottoporrà ai sindacati riguarda il ridimensionamento degli stipendi per tutti i lavoratori. Dirigenti inclusi. I particolari saranno svelati in giornata, ma quello che si ipotizza è che se da un lato la numero uno di Corso Italia e i suoi collaboratori più stretti sono pronti ad accettare l'invito del sindaco Matteo Renzi a ridursi gli emolumenti (nel corso di una riunione a porte chiuse, Renzi aveva chiesto alla Colombo e al suo team di accettare un taglio del 20 per cento dei loro compensi) dall'altro lato un sacrificio comparabile sarà chiesto ai dipendenti. II sindaco Matteo Renzi e la sovrintendente Francesca Colombo L'idea sarebbe quello di congelare loro il 4o per cento dell'integrativo, visto che il restante 6o gli è già stato pagato nel corso dell'anno. La corsa contro il tempo per evitare la catastrofe e il commissaria-mento della più grande industria culturale della città, visto il disavanzo strutturale di 27 milioni di euro, il buco di bilancio per il solo 2011 di 8 milioni, e l'obiettivo a arrivare a pareggio entro il 2012, è evidente. E, come scriveva Renzi in una lettera riservata inviata il 17 agosto scorso al ministero dei Beni culturali, (in risposta a una missiva partita dal ministero il 22 luglio e di cui pubblichiamo qui accanto degli stralci) prevede una serie di misure che mirano, a medio termine, a un ridimensionamento del personale e una riscrittura dei patti integrativi. Scendendo nei numeri a fronte dei 496 lavoratori previsti in pianta organica il sindaco, d'accordo con la sovrintendente, vorrebbe giungere a 366 unità complessive. In sostanza vorrebbe arrivare a una riduzione del personale di 130 unità. Per farlo, ed ecco la ragione di mettere nero su bianco il progetto e informare il ministro Galan e il direttore generale dei Beni culturali Salvatore Nastasi, non può che avere 1'ok di Roma. Come potrebbe, senza mettere mano a ipotesi di licenziamenti, ridurre i *** dipendenti se non attraverso un piano di prepensionamento che chiami in causa l'impegno economico dello Stato? I lavoratori aspettano che le proposte vengano ufficializzate e preparano le loro contromosse, così come attendono ancora che venga loro accreditato lo stipendio di agosto. In merito a quest'ultima urgenza, le cose sembrano in via di risoluzione. Grazie a un prestito bancario (potrebbe arrivare da Unicredit) la partita della paga del personale dovrebbe concludersi positivamente il io settembre. E l'ipotesi di commissariamento? Da Roma fanno sapere che la fuga di notizie di queste ultime settimane che lo davano per ineluttabile, non sono affidabili. Anche perché, e anche i questo è ampiamente illustrato nella lettera del sindaco a Galan e Nastasi, Renzi ha già deciso che, una volta completa/ to, il Parco della Musica entrerà nel patrimonio della Fondazione, che così vedrebbe accrescere il proprio patrimonio di 15o milioni di euro. I lavoratori non staranno solo ad ascoltare. «I sacrifici che si chiedono — fanno sapere dalla Cgil — sono accettabili solo nella misura in cui verranno accompagnai. da un piano di rilancio dei l'azienda». In sintesi, ed è questa anche la richiesta della Fials, va bene ridimensionare, almeno per un certo lasso di tempo, le aspettative economiche dei lavoratori, ma a patto che questo porti a un rilancio della produzione, che significa aumento del numero delle serate, e quindi dei biglietti venduti con relative entrate. Qualcosa del genere nell'ultimo anno è stato fatto per esempio alla Fenice di Venezia, che ha quasi raddoppiato le alzate di sipario per le opere liriche arrivando a 112 rispetto alle circa 6o dell'anno precedente. Non solo, non poche perplessità esprimono dalla Cgil in merito al ridimensionamento della pianta organica, che prevede la soppressione di MaggioDanza come compagnia stabile (ci sarebbe solo ballerini a contratto ndr), l'esternalizzazione delle 37 maschere, tagli ai tecnici e agli impiegati amministrativi. «La scelta di questa strada — dice Massimo Vagaggini della Cgil — è percorribile solo se si vuole ridimensionare il ruolo del Maggio come teatro di produzione. Altrimenti è impensabile». Chiara Dino Alessio Gaggioli

    Commento by ramonn — 7 settembre 2011 @ 11:17

  10. 07/09/11

    CORRIERE FIORENTINO

    LA LETTERA. "PER IL PAREGGIO NECESSARIO AGIRE SUL PERSONALE

    L'articolo precedente è sempre del corriere fiorentino
    7-9 11

    La lettera
    IL SINDACO «Per il pareggio necessario agire sul personale» Nuovo Parco della Musica

    «Egregio Direttore Generale, in riferimento alla sua lettera del 22 luglio (…) siamo consapevoli della situazione in cui versa questa Fondazione e che anche alla luce dei recenti tagli del contributo ministeriale, essa ha ulteriormente complicato la situazione economico finanziaria e patrimoniale. Ci pare di poter escludere il problema patrimoniale. Come Ella ben sa il 21 dicembre p.v. verrà inaugurato il Nuovo Teatro alla Leopolda, che entrerà nel patrimonio di questa Fondazione, in forma da concordare con le Autorità centrali. Il valore del manufatto — oltre 150 milioni — pone in sicurezza questa Fondazione per gli aspetti patrimoniali. Attendiamo dai vostri uffici eventuali ulteriori indicazioni sul problema in oggetto». Piano di ristrutturazione «Per raggiungere il pareggio di bilancio, risulta necessario intervenire sulla voce del costo del personale in quanto questo costo (…) incide dell'87 per cento circa sull'intero valore di produzione della Fondazione. La struttura organizzativa del teatro (…) prevedeva un complessivo di 496 unità lavorative, di cui 390 a tempo indeterminato e 106 a tempo determinato, con un costo complessivo pari 26.250.240 euro. Il Consiglio di amministrazione sta attuando un piano industriale che prevede una una nuova struttura organizzativa con un riequilibro organico pari a 130 unità, nonché una nuova bozza di contratto integrativo di secondo livello (che nell'esercizio 2010, ha avuto costo di 4.941.173 euro), che comporti meccanismi atti ad una nuova ridistribuzione del lavoro attraverso nuove formule di flessibilità, applicazione di orari di lavoro, mobilità interna, etc (…) Sulla materia la Regione Toscana ha già dato la sua disponibilità a mettere in atto tutte le iniziative realizzabili, in merito a temi di ricaduta sociale, con l'applicazione di tutti gli ammortizzatori sociali possibili». Mutuo ventennale «Anche sul piano finanziario questa Amministrazione ha già predisposto e consegnato ad un pool di istituti bancari il piano industriale per l'ottenimento di un mutuo ventennale che consentirebbe il differimento del debito a breve termine in un debito a lungo termine» ***

    Commento by ramonn — 7 settembre 2011 @ 11:22

  11. lo sciopero del 9 settembre è stato revocato.

    non mi convince il perchè della marcia indietro.

    voglio spiegazioni.

    una maschera.

    Commento by anonimo — 8 settembre 2011 @ 00:01

  12.  Cgil e Uil hanno revocato lo sciopero proclamato alla Scala per il 9 settembre, che avrebbe fatto saltare l'unica rappresentazione del 'Fidelio' di Beethoven in forma di concerto diretto da Franz Welser-Moest, parte del progetto di scambio con la Staats Oper di Vienna. I sindacati avevano indetto lo sciopero per la modifica del contratto per il personale di sala e di quello serale. Oggi sono stati rassicurati dal direttore scaligero delle risorse umane della Scala, ma si dicono comunque ''sconcertati da un sistema di relazioni sindacali basato su affermazioni che poi si contraddicono''.

    ma del personale serale vessato , preso per il culo col contratto ,ne han parlato  in questa trattativa in cui si è litigato su un parola.?

    Commento by anonimo — 8 settembre 2011 @ 11:24

  13. La vertenza Cgil e Uil: ma le relazioni col teatro restano insoddisfacenti Scala, sciopero revocato domani "Fidelio" in scena
    PAOLA ZONCA

    08/09/11

    REPUBBLICA MILANO

    SCALA, SCIOPERO REVOCATO DOMANI "FIDELIO" IN SCENA

    IL FID ELIO di Beethoven, primo appuntamento alla Scala dopo la pausa estiva, è salvo. Dopo la minaccia di far saltare domani l'opera in forma di concerto con' l'orchestra della Staatsoper di Vienna diretta da Franz Welser Most (contemporaneamente i complessi scaligeri saranno nella capitale austriaca col Requiem di Verdi), Cgil e Uil hanno deposto l'ascia di guerra revocando l'astensione dal lavoro. I sindacati avevano spiegato, qualche giorno fa, che le ragioni della protesta riguardavano alcune modifiche del contratto per le maschere e il personale di sala, che passava da "subordinato a prestazione discontinua" a "contratto intermittente". Ci sono voluti due giorni di discussioni serrate con la direzione, ma alla fine è stato raggiunto l'accordo: le modifiche sono state eliminate e i contratti della scorsa stagione confermati nella sostanza In una lettera firmata dal direttore del personale del teatro, Domenico Mecca, sono state fatte alcune precisazioni che hanno lasciato La Scala non si ferma per il momento soddisfatti i sindacati. Non si stempera, però, la critica dei rappresentati dei lavoratori alla qualità delle relazioni sindacali con l'azienda, definita "inaffidabile" nel comunicato ufficiale di Cgil e Uil indirizzato anche al sindaco Giuliano Pisa-pia «Restiamocomunquesconcertati da un sistema di relazioni sindacali basato su affermazioni che poi si contraddicono. In tal modo si producono gravi tensioni in teatro che arrecano danno alla sua immagine e al proficuo svolgimento dell'attività interna Vigileremo che alle dichiarazioni seguano i fatti». ***

    Commento by anonimo — 8 settembre 2011 @ 15:34

  14. Scala, Fidelio salvo in extremis.
    I sindacati annullano lo sciopero. Ma è polemica in teatro.
    BANDERA e PALMA •    Il Giorno 8 settembre 2011

    BUFERA AL PIERMARINI LO SCONTRO AL CENTRO DEL CONTENDERE LA CONDIZIONE DEI SERALI E DEL PERSONALE DI SALA I RUMORS «MASCHERE ASSUNTE IN ALTRI ENTI A TEMPO INDETERMINATO HANNO SCATENATO IL CASO»

    Scala, il Fidelio andrà in scena 1 sindacati: sciopero revocato Cgil e Uil: «Una nostra vittoria». Il teatro: nessuna violazione nei contratti 
    SCIOPERO REVOCATO, domani la Staatsoper di Vienna si esibirà alla Scala con il Fidelio di Beethoven; la stessa sera, orchestra e coro del Piermarini saranno di scena in Austria con la Messa da requiem. Ieri pomeriggio, al termine di un estenuante tiramolla tra la direzione del personale e i delegati sindacali, Cgil e Uil hanno fatto un passo indietro. Accordo raggiunto? No, è solo una tregua, in vista della ripresa delle trattative: si riparte dalle posizioni di fine luglio. Non senza strascichi polemici. «Restiamo sconcertati – fanno sapere Giancarlo Albori, segretario territoriale SlcCgil, e Domenico Dentoni, numero uno lombardo Uilcom – da un sistema di relazioni sindacali basato su affermazioni che poi si contraddicono». E «vigileremo che alle dichiarazioni seguano i fatti – si conclude la lettera inviata al sovrintendente Stéphane Lissner e, per conoscenza, al presidente della Fondazione, il sindaco Giuliano Pisapia -. Siamo ancora in attesa di capire la calendarizzazione degli incontri sulle problematiche ancora aperte». Al centro della contesa, durata quasi una settimana, il contratto di personale di sala, le cosiddette «maschere», e serali. Secondo Cgil e Uil, infatti, il teatro avrebbe cambiato tipologia di accordo (da contratto subordinato a prestazioni discontinue a contratto intermittente), «legando la firma alla dichiarazione di dati personali in piena violazione dell'articolo 8 dello Statuto dei lavoratori». Su questo punto, il vero motivo dello scontro in via Filodrammatici, ecco la replica dell'ente, affidata a Domenico Mecca, direttore delle risorse umane: «Tale dichiarazione è nell'interesse e a tutela del lavoratore ed in ottemperanza alla disposizione di cui alla Circolare del Ministero del Lavoro n.8/2005 riguardante l'attività lavorativa complessiva». Tradotto dal burocratese, il Piermarini avrebbe solo chiesto alle «maschere» di comunicare – tramite autocertificazione – quali altri rapporti di lavoro abbiano in essere, così da individuare una forma contrattuale che tenga conto del monte-ore totale. «La mancata sottoscrizione della dichiarazione – continua Mecca – non costituisce un elemento discriminante al fine della costituzione di un rapporto di lavoro». Insomma, nessuna intromissione nella sfera privata del dipendente. Quindi, nessuna violazione dello Statuto dei lavoratori, che all'articolo 8 parla di «divieto di effettuare indagini sulle opinioni politiche, religiose o sindacali». In conclusione, «era un atto dovuto, niente di più», filtra dai piani alti del Piermarini. La Cgil esulta: «Hanno perso su tutta la linea – afferma Albori -. Permane un sentimento di sfiducia del personale nei confronti della gestione Lissner»; Dentoni aggiunge: «E ora di finirla con le promesse che poi vengono puntualmente disattese». IN REALTÀ, confessano i ben informati in teatro, a scatenare la protesta sarebbero state «solo nove maschere su novanta, cioè quelle che hanno già un contratto a tempo indeterminato al di fuori della Scala: gli altri ragazzi hanno firmato senza ravvisare irregolarità». In poche parole, «ancora una volta – continua la fonte – i sindacati hanno tutelato posizioni di privilegio non più tollerabili: quei posti in sala devono essere occupati da studenti, come è sempre stato, non da gente assunta, magari in enti pubblici o in importanti istituti di credito». ***

    Commento by ramonn — 8 settembre 2011 @ 15:45

  15. 08/09/11

    REPUBBLICA FIRENZE

    CRISI DEL MAGGIO VERSO LA SOSPENSIONE DEL PATTO INTEGRATIVO – MAGGIO, NEL MIRINO IL PATTO INTEGRATIVO

    l Comunale Crisi del Maggio verso la sospensione del patto integrativo SERVIZIO A PAGINA V Maggio, nel mirino il patto integrativo Sospensione e, da gennaio, riduzione del 40% Ecco il piano della sovrintendente Annunciato ai sindacati anche il taglio del 10-15 per cento degli stipendi dei dirigenti FULVIO PALOSCIA LA SOSPENSIONE del patto integrativo da settembre fino a tutto dicembre. La sua riabilitazione a gennaio, ma diminuito del 40 per cento. E un taglio sugli stipendi dei dirigenti intorno al 10,15 per cento. Sono i tre punti che la sovrintendente Francesca Colombo ha portato ieri mattina al tavolo sindacale del Maggio Musicale, al quale erano sedute tutte le sigle dei lavoratori. Che, se in passato avevano avuto posizioni divergenti sui nuovi assetti proposti dal team dell'ingegnere milanese, stavolta sembrano tutti d'accordo: impiegati, tecnici, orchestra e coro del Maggio sono disposti a aipiù duri sacrifici, a patto che dai vertici arrivino segnali concreti di progettualità, un piano economico, sì, ma anche artistico chiaro, concreto, dettagliato, che abbia come obiettivo il rilancio di un teatro sfiancato dal deficit, dai tagli ministeriali, dalla crisi. Lo chiedono Cgil, Uil, Fials. Anche la Cisl, che però aspetta l'ulteriore incontro con la sovrintendente, stamani, per pronunciarsi in modo definitivo. E comunque annuncia un comunicato duro. Qualcosa tipo «meglio il commis-s ariamento che un teatro in mano a questi». Se i lavoratori non accetteranno la sospensione dell'integrativo, ha detto Colombo, il deficit 2011 rischia di diventare una voragine; se invece la proposta andrà in portoci sarà un risparmio di oltre due milioni che sarà utile per raggiungere la perdita di 3,4 milioni di euro già messa in conto dal bilancio preventivo: così verrebbe rispettata la tabella di marcia che prevede il pareggio nel 2012. Ma le sigle sindacali vogliono più rassicurazioni: anche il beau geste di decurtare gli stipendi della dirigenza (a proposito: Colombo a garantito che quelli dei lavoratori relativi a agosto arriveranno entro dopodomani) viene accolto con poco calore, «abbiamo fatto un calcolo e in media, perderemo qualcosacome4 milaeuroprocapite in questi quattro mesi, a partire dall'annullamento del premio di risultato. E il problema è che il nostro stipendio non è certo quello di chi governa questo teatro» dice Cristina Pieraccini, della Cgil. Ci sono anche altre cose che preoccupano i sindacati. L'annuncio, già effettuato a suo tempo dalla sovrintendente, e ieri ribadito, di una diminuzione del personale di circa 130 unità, quota che sarà raggiunta anche con incentivi all'esodo, e la Regione si starebbemuovendoinquestoper dare i relativi supporti finanziari al Maggio. E brucia l'annunciata precarizzazionedi Maggiodanza, la compagnia di ballo: il progetto è quello di trasformare il contratto di ogni singolo componente in un tempo determinato, «è una svalutazioneinaccettabile, cisarà una fuga degli elementi migliori, che ovviamente andranno a cercare più sicurezza altrove» spiega Leone Bariffi della Uil. O si seguirà questa strada, osi andrà verso il commissariamento. Colombo lo ha ripetuto anche al consiglio d'amministrazione, chesièriunitoieripomeriggiodopo essere stato accolto, all'ingresso del teatro, dai lavoratori della Cgil. Sulla soglia, uno striscione: «L'unica occasione che avrete di calpestarci». I consiglieri la varcano con imbarazzo. Arriva anche Renzi, che si ferma a parlare anche con gli animi più agitati: «E' arrivato il momento che tutti si remi verso lo stesso traguardo», continua a dire il sindaco. Il cda approva le misure disegnate dal team di Francesca Colombo. Che parla di sacrifici condivisi e sostenibili; che dice sì, un piano d'impresac'è, eprevedel'aumentodel 20 per cento della produzione mantenendo salva la qualità artistica. E che annuncia un'estensione della discussione sul futuro del Maggio a tutta la città. *** LA SCRITTA ALL'INGRESSO "L'unica occasione che avrete di calpestarci" hanno scritto i dipendenti del Comunale o L'INTEGRATIVO Sarà sospeso fino a dicembre per risparmiare 3 milioni di euro e rispettare la tabella di marcia che prevede il pareggio nel 2012 o IL TAGLIO L'integrativo dei lavoratori del Maggio tornerà in vigore a partire dal gennaio del 2012. Ma sarà decurtato del 40 per cento o I DIRIGENTI La sovrintendente annuncia che gli stipendi dei vertici del Maggio Musicale Fiorentino subiranno un taglio che andrà dal 10 al 15 per cento 0 MAGGIODANZA I contratti della compagnia di ballo del Maggio Musicale Fiorentino subiranno la trasformazione da tempo indeterminato in tempo determinato ***

    Commento by ramonn — 8 settembre 2011 @ 15:49

  16. CGIL E UIL  PER DIFENDERE CHI FA IL DOPPIO LAVORO E I RACCOMANDATI FIGLI DI DIPENDENTI E SINDACALISTI NON ESITANO A PROCLAMARE UNO SCIOPERO ASSURDO CHE METTE ANCORA UNA VOLTA A REPENTAGLIO LA CREDIBILITA' INTERNAZIONALE DEL TEATRO.
    E LA DIREZIONE CHE FA?
    SI CALA LE BRAGHE CONFERMANDO IL LIVELLO DI LORDUME E DI PROMISCUITA' DELLE RELAZIONI SINDACALI.

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 05:13

  17. Beh, di fronte alla richiesta della sovrintendente e del presidente della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino di congelare lo stipendio, mi aspetto per coerenza una levata di scudi da parte dei Rappresentanti nazionali di Cgil, Cisl e Uil come avvenne l'anno scorso a Genova quando la proposta medesima venne presentata dai sindacati autonomi, e non per evitare un Commissariamento ma la ben più grave Liquidazione Coatta Amministrativa!!!!!

    La scusa per il niet dell'anno passato era che non si poteva discutere di congelamento dell'aziendale in piena temperie di discussione del Contratto Nazionale: cos'è cambiato oggi? Abbiamo un nuovo CCNL?
    Sappiamo tutti della crisi, ma a che punto stanno le discussioni sull'argomento? Si aspetta che cada il governo per poi riprendere di buona lena?

    Infine, nota agrodolce, osservo con stupore il fatto che ai lavoratori del Maggio Musicale Fiorentino non sia stato proposto l'intelligentissimo e utilissimo strumento dei Contratti di Solidarietà, visto che lì hanno precisamente quantificato il numerico degli esuberi!!!

    Un lavoratore del Teatro Carlo Felice di Genova

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 07:22

  18. Al lavoratore di Genova del N° 17

    L'articolo non è chiaro. Di vero è che il Maggio Danza rischia di scomparire come  già è successo con il Corpo di Ballo del Verdi di Trieste, sterminato da Ferrazza. Ma si sa, di questo non frega nulla a nessuno, tanto sono ballerini , non lavorano al Carlo Felice , non cantano nel coro o fanno le maschere!

    A parte questo crimine , per il resto gli esuberi sono solo dei prepensionameti fatti in maniera morbida. Per ora non vi è alcuna disponibilità da parte di NESSUNO ad accettare i Contratti di Solidariertà.
    Smettete per cortesia, cari colleghi di Genova di mettere in giro voci false.Se leggete bene l'articolo nel progetto si parla infatti di  un " aumentodel 20 per cento della produzione mantenendo salva la qualità artistica"..sapete bene cio' non è possibile adottando i CDS.

    Sempre secondo questa proposta il taglio dell'aziendale è previsto a partire da Gennaio  2012. Caro lavoratore del Carlo Felice credo proprio tu sia abbastanza disinformato e fin troppo concentrato solo sulla tua realtà. Infatti dovresti sapere che il Decreto Bondi sarà attivo a partire da Gennaio 2012 e PREVEDE  annullamenti degli aziendali da parte delle Fondazioni inadempienti sia economicamente che normativamente. Faresti meglio a studiare un po' prima di scrivere cose inesatte. Grazie.

    Ti ricordo inoltre che i lavoratori del MMF sono rimasti senza stipendio per quasi 2 mesi. Cionostante adesso Orchestra e Coro in questo momento sono in turnee a Taormina. Noi  non ci siamo calati le braghe !

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 08:35

  19. Noto che la mia ironia non è stata percepita come tale.

    Non ho alcun dubbio che Genova resti un caso isolato in merito ai Contratti di Solidarietà: qui i Confederali compatti li hanno sostenuti alla grande, a Firenze non mi risulta sia così! Semplicemente notavo che mentre a Firenze sia stata quantificata esplicitamente una soglia di partenza e una di arrivo per ciò che concerne il personale, a Genova per non far torto a nessuno sono stati dichiarati esuberi tutti quanti i lavoratori…

    Non ho alcun dubbio neanche sulla questione dell'aziendale: la legge la conosco! L'obbiettivo della mia ironia pertanto era nuovamente rivolta a chi a Genova non è stato in grado di vedere nella giusta dimensione e prospettiva quanto proposto dagli Autonomi, e chi anzi ha soffiato sul fuoco del diniego nei confronti di questa ipotesi pesante, ma meglio degli ammortizzatori sociali!!!!

    Sul crollo della qualità artistica con il regime dei Cds, beh, i fatti ahimé parlano da soli…

    Un lavoratore del Teatro Carlo Felice (che non si è mai calato le braghe!!!)

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 13:50

  20.  Gentile 19

    Il collega del maggio ha ragione, tu le cose non le sai. Altro che ironia! 

    A Genova gli esuberi sono del 40 % su 285 dipendenti stabili ovvero 114. Come da documento del CDA il 1 ottobre 2010 e rimasto  affisso in bacheca per vari mesi.   A seguito di questa mobilità , sono stati applicati i CDS.

    Uffa ne abbiamo parlato per mesi e mesi , tu dove eri?

    Gli esuberi del Comunale di Firenze sono altra cosa. Riguardano prettamente i contratti a tempo determinato e qualche prepensionamento nel corpo di ballo.

    Genova con la situazione di Firenze non c'entra niente. Lo si legge già nel comunicato che hanno intenzione di aumentare la produttività del 20% per il 2012 e del 40% nel 2013. Altro che Carlo Felice. Non dare retta ai tuoi colleghi confederali che vorrebbero vedere colare a picco tutti i teatri italiani con il Carlo Felice. Hai letto dove sono?  sono a Taormina a fare concerti…noi invece dove siamo? 

     

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 15:28

  21. La crisi del Maggio Musicale

    09/09/11

    REPUBBLICA FIRENZE

    IL SINDACO E LA SOVRINTENDENTE. "O I SACRIFICI O SI CHIUDE" – MAGGIO, AL RICETTA RENZI-COLOMBO. "SACRIFICI E PAREGGIO NEL 2012"

    Il sindaco e la sovrintendente "0 i sacrifici o si chiude"
    O si attua il piano di risanamento presentato dalla sovrintendente Francesca Colombo, oppure il Maggio chiude. Sulla questione il sindaco Matteo Renzi è perentorio. II sindacato non ci sta.
    Sindaco e soprintendente illustrano la situazione del teatro: fermare il buco o "tutti a casa" Maggio, la ricetta Renzi-Colombo "Sacrifici e pareggio nel 2012" Su 496 dipendenti 130 sono di troppo zita si assicura che non verranno licenziati Nei piani si prevedono il 20% di alzate di sipario in più nel 2012 e il 40% nel 2013 OSI fanno i sacrifici — e si mette un tappo al buco economico del Maggio — oppure si chiude. Alternative non ce ne sono. Lo dicono sia il sindaco Renzi, presidente della Fondazione del Maggio, che la sovrintendente Francesca Colombo. Il sindaco non ha dubbi: va attuato fino in fondo il piano di risanamento presentato da Colombo ai sindacati. Un piano che tutti non accettano. Soprattutto perché non è stato illustrato completamente, protestano i sindacati, ed è stato già avviato dal cda che mercoledì ha deliberato di sospendere, fino a dicembre, il contratto integrativoprima ancora di qualsiasi trattativa. Il sindaco spiega che il Maggio ha grandi frecce al suo arco: la qualità riconosciuta da tutti «fuorché a Firenze» e il nuovo teatro che si inaugurerà a fine dicembre. Ma ha anche 27 milioni di disavanzo, «non è colpa nostra, ci è stato consegnato dalle precedenti amministrazioni e isin dacati che oggi protestano allora c'erano». Siccome il buco cresce ogni anno, va fermato, oppure: «Tutti a casa». Si deve ridurre lo sbilancio a 3 milioni e 400 mila nel 2011 e pareggiare nel 2012. Per questo va sospeso l'integrativo per quattro mesi e deve esserne ricontrattato uno nuovo che costi i140% in meno e non abbia regole che «ingessano il teatro». Vedi orari e mansioni o le indennità. Tutto deve essere più flessibile, anche il premio di produzione «da dare soloai bravi», continuailsindaco. Alla fine ci saranno il 20% di alza-tedi sipario in piùnel2012 eil40% nel 2013. Colombo parla di una decina di titoli di opere, anche di repertorio come lo sarà la prima che inaugurerà il nuovo teatro (quando sarà completato). E poi una trentina di concerti e dai sette ai nove balletti. «Dobbiamo fare tutti dei sacrifici, lavoratori e dirigenti» dice Renzi. Anzi sottolinea che la mancanza di integrativo pesa solo del 6,8% sugli stipendi (su base Cud 2010) mentre i dirigenti si ridurranno negli stessi quattro mesi lo stipendio di ben il 15%. E se i sindacati sostengono che l'addio all'integrativo pesa il 6,8% in un anno ma il 25 % in quattro mesi, Renzi replica: «Salveremo il teatro anche da chi, senza rendersene conto, lo affosserebbe dall'interno». Di commissariamenti nessuno parla. Si fa sapere che il ministero ha già detto via telefono che è entusiasta del piano e dell'idea di aumentare il patrimonio conferendo alla Fondazione il nuovo teatro. Dei 130 lavoratori su 496 che il piano considera di troppo, sindaco e sovrintendente dicono che non saranno licenziati. «Certo se potessimo iniziare da capo e avere una nuova Fondazione i cento in più non ci sarebbero», concordano sindaco e sovrintendente. E un sogno. Eppure poco prima Lucia Pazzaglia, dipendente Cisl del Maggio aveva ipotizzato: «Sospetto che vogliano esasperare le cose per chiudere e poi fare poi una nuova Fondazione come vogliono loro». Sul personale Colombo è chiara:la metà di chi lavora nel laboratorio di scenografia (costo per il teatro di 800 mila euro) è inutile, non sarà licenziata ma andrà in palcoscenico, per il corpo di ballo bastano 25 persone «che ballino dawero, però». E poi dice: «dl Maggio ha un futuro, deve sopravvivere». La partita è ancora d a giocare. E i sindacati chiedono un incontro urgente con tutte le istituzioni del territorio, il Comune, la Provincia, la Regione. (i. c.) ***

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 16:41

  22. 09/09/11

    REPUBBLICA FIRENZE

    INTERVISTA A ANGELO BETTI – "PERFINO IL COMMISSARIO SAREBBE MEGLIO DI LORO DUE"

    La Cisl Angelo Betti: non accettiamo che ci siano lavoratori poveri e lavoratori ricchi "Perfino il commissario sarebbe meglio di loro due" INACCETTABILE. Chiede remo che il cda ritiri la delibera unilaterale che sospende fino a dicembre il contratto integrativo e un incontro a tutte le istituzioni». Il segretario della Fistel Cisl fiorentina Angelo Bet-ti attacca il piano di risanamento del Maggio. Cos'è che vi scandalizza? «Che si prendano decisioni senza trattare con i sindacati, questo piano non va bene». Ma non vi siete incontrati con la direzione prima della delibera del cda? «Ci hanno appena presentato un piano che non ci convince. Il problema sta in questo sindaco. E' lui l'ispiratore di tanta intransigenza. Non ha mai considerato i sindacati del Maggio, i sindacati in generale. Pensa di fare come la repubblica di San Marino, quella di Firenze governata da lui. Ma sta mettendo a repentaglio la cultura in questa città. E si fa grande con il ministro Galan che, a detta della sovrintendente, si è felicitato per il piano di risanamento. Così pagano per responsabilità altrui i lavoratori eil ministro evita di tirarefuoriifondi statali». Eppure il piano è per salvare il teatro. «E rischia di affondarlo. Non accetteremo mai che ci siano in qualsiasi luogo lavoratori poveri e ricchi. La sovrintendente si taglierà per mesi un 15%suuno stipendio di 280 milioni l'anno. I lavoratori perderanno negli stessi mesi qualcosa come 3.500 euro su stipendi di uno o due mila euro». Senno si chiude, si è detto. «Ci sono altre soluzioni oltre alla sospensione o i tagli de14o%prospettati per il nuovo integrativo. I contratti di solidarietà, la cassa integrazione in deroga, almeno diminuirebbero le entrate ma anche le ore di lavoro. E il commissariamento. Perfino un commissario è meglio di quei due, Renzi e Colombo». Ma ne avete parlato? «Lo faremmo se ci dessero la possibilità di discutere. Hanno deciso loro e basta. Invece noi vogliamo che si aprano i tavoli alla presenza di tute le istituzioni». Come San Marino Firenze non è come San Marino Così si mette a repentaglio la cultura in questa città. Mentre il ministro è contento perché non deve tirare fuori i soldi Altrimenti? «Deciderà l'assemblea Ci sono tante forme di lotta, non solo lo sciopero. Ci sono le trasferte. Già quella del 12 a Torino rischia di saltare se il 10 non arrivano gli stipendi. Non ci fidiamo più di loro». (i.c.) IL G1ROTONDO Tra le iniziative di protesta dei lavoratori, anche un girotondo ***

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 16:45

  23. 09/09/11

    REPUBBLICA FIRENZE

    INTERVISTA A PAOLO AGLIETTI – "RICATTI INVECE DI TRATTATIVE LA CONTROPARTE È INAFFIDABILE"

    La Cgil Paolo Aglietti: riallacciarci fili è difficile, ci vuole un confronto credibile "Ricatti invece di trattative la controparte è inaffidabile" SIMONA POLI

    CONTIAMO un problema serissimo, quello della totale inaffidabilità della nostra controparte. Da un lato la sovrintendente e la direzione che la sostiene, dall'altro il sindaco che presiede il consiglio d'amministrazione». E uno di quelli che ieri mattina hanno sbattutola porta Paolo Aglietti, segretario della Slc Cgil. E non ha intenzione di tornare sui suoi passi. Aglietti, perché la trattativa si è interrotta? «Quale trattativa, non abbiamo neppure iniziato a trattare. Ci eravamo lasciati mercoledì dicendo che eravamo pronti a parlare di tutto, a cominciare da ammortizzatori sociali, incentivi economici e riorganizzazione del lavoro. Era chiaro che ogni decisione era da discutere». E invece com'è andata? «E invece nella sostanza ci siamo ritrovati con una decisione già presa e perdi più con la pistola alla tempia perchéun'eventuale rimessa in discussione dell'integrativo parte comunque dal taglio del 40 per cento e dall'obbligo a mettere dentro l'accordo le richieste di flessibilità che vogliono loro. La chiamano trattativa questa? Io la chiamo ricatto». Avete abbandonato la stanza. Non era meglio discutere? «Ci sentiamo presi in giro.A questo punto la domanda che mi pongo davvero è se il sindaco e la Colombo hanno voglia di farla questa discussione oppure cercano solo di provocare. Non mi spiego altrimenti perché ci mettono sempre di fronte a fatti compiuti, evidentemente non sono abituati al confronto». Ma il rischio qui è il commissariamento, non lo temete? «Non c'entra nulla con questa trattativa, evitiamo di fare confusione. Con il conferimento dell'immobile al teatro ogni ipotesi di commissariamento è rimandata, con quella decisione il governo ha blindato il Maggio per almeno dieci anni, anche se restano i problemi del Comunale. Qui si parla invece di spesa ordinaria. Era proprio indispensaLa pistola alla tempia Non so quanto abbiano voglia di discutere con noi: eravamo pronti a trovare una soluzione insieme, in realtà ci siamo ritrovati una pistola puntata alla tempia bile agire sul salario e non ricorrere piuttosto a un certo numero di prepensionamenti che avrebbero diminuito il deficit? Adesso ricucire i fili della trattativa mi sembra molto difficile, ci vorrebbe una controparte affidabile. Decideremo come andare avanti nella protesta». I CARTELLI Uno dei manifesti di protesta comparsi durante la lunga trattativa ***

    Commento by anonimo — 9 settembre 2011 @ 16:49

  24. 10/09 07.38

    SPETTACOLO

    CORRIERE FIORENTINO

    MAGGIO, LA SFIDA FINALE "INTEGRATIVO BLOCCATO? E NOI FACCIAMO CAUSA"

    La vertenza
    I sindacati: abbiamo contattato i nostri legali Maggio, la sfida finale «Integrativo bloccato? E noi facciamo causa»

    Già proclamato lo stato d'agitazione L'accusa «Pronti a rivedere la parte normativa (flessibilità, orari e organizzazione) e a ragionare di prepensionamenti, ma non ci hanno neanche ascoltato» L'avevano annunciato già l'altro ieri e ora lo ribadiscono con ancora più forza. I lavoratori del Maggio sono pronti a passare al contrattacco, anche pesantemente, se la dirigenza del teatro non annullerà quanto deliberato l'altro ieri, all'unanimità, dal Consiglio di amministrazione del Comunale: «E cioè la decisione unilaterale di fermare le trattative e di congelare l'integrativo almeno da qui a fine anno per tutti i dipendenti». Pesantemente vuol dire valutare se ci sono gli estremi per fare causa al teatro e passare allo stato di agitazione. I fatti: dopo una serie di incontri tra dirigenza del teatro e rappresentanze sindacali, finalizzati a confrontarsi sul piano di ristrutturazione del Maggio, e a trovare un accordo tra le parti, l'altroieri la doccia fredda comunicata dal sindaco e presidente della Fondazione Matteo Renzi e dalla sovrintendente Francesca Colombo, nel corso di una conferenza stampa. Per garantire un futuro a questo teatro, avevano detto i due all'unisono, è necessario che tutti si faccia un sacri- Errata corrige Per un errore di battitura, nel grafico di pagina 5 del giornale di ieri, pubblicato a corredo dell'articolo che poneva a confronto il teatro del Maggio Fiorentino e il Regio di Torino, alla voce apertura di sipario, ne sono state attribuite 111 al Regio e 136 al Maggio. In realtà sono 136 quelle del Regio e 111 quelle del Maggio. Ce ne scusiamo con i lettori e con gli interessati. ficio. Pertanto il Cda ha deliberato all'unanimità il congelamento dell'integrativo per tutti i dipendenti del Comunale (che ha un disavanzo strutturale di 27 milioni di euro e uno di 8 per il solo 2011 ndr) da qui fino a fine anno. Per il 2012 bisognerà ricontrattare con le parti. Dal canto loro i dirigenti accettavano di abbassare i loro stipendi del 15 per cento, sempre fino a fine anno. La posizione ufficiale delle quattro sigle sindacali del teatro arriverà solo oggi. Ma già ieri è stata chiara la linea, visto che Fials e Cgil, i sindacati più forti per numero di iscritti in teatro, si sono già confrontati. «Stiamo valutando se ci sono gli estremi per far causa —dice Paolo Aglietti della Cgil —la scelta di congelare gli integrativi sino a fine anno è un atto grave non solo perché penalizza i lavoratori pesantemente dal punto di vista economico, ma anche perché è stata presa unilateralmente. Quell'integrativo è frutto di un accordo tra le parti che non può essere azzerato, reso nullo, da un solo interlocutore». Posizione identica quella di Marco Salvatori della Fials, che *** aggiunge: «Abbiamo chiesto informazioni a dei legali e pare che ci siano le condizioni per agire nelle sedi competenti. Cosa che faremo a meno che quell'atto non venga annullato o sospeso e parta il vero confronto, che di fatto non c'è mai stato. Aspettiamo che anche Cisl e Uil facciano le loro assemblee, per scegliere una linea comune». C'è di più, negli ultimi mesi le varie sigle sindacali si erano dette pronte a rivedere la parte normativa del contratto integrativo (per flessibilità, orari di lavoro e organizzazione) e a ragionare anche di prepensionamenti, come ricordano tanto Aglietti che Salvatori, «ma non hanno neanche voluto ascoltare le nostre proposte». Ora, conclude Salvatori, «dichiariamo lo stato di agitazione e chiederemo un incontro urgente con i rappresentanti di Comune, Provincia e Regione». Abbiamo cercato la sovrintendente che ha preferito non rispondere. Chiara Dino '.

    Commento by anonimo — 10 settembre 2011 @ 11:39

  25. 09/09/11

    GIORNALE DELLA TOSCANA

    MAGGIO, I SINDACATI:"SCELTE UNILATERALI"

    Maggio, i sindacati: «Scelte unilaterali» È ancora bufera, i lavoratori contestano la sospensione del pagamento dell'integrativo

    La Colombo diserta l'incontro con la Provincia, accuse bipartisan: «Gesto irrispettoso» GIULIA GHIZZANI D un lato i consiglieri provinciali di tutte le forze politiche delle Commissioni Lavoro e Cultura, dall'altro i sindacati. È bufera sul Maggio Musicale Fiorentino, e, in particolare, sulla sovrintendente Francesca Colombo, impegnata da mesi nella messa a punto del piano di risanamento e di rilancio della Fondazione lirico-sinfonica. Un compito, quello di salvataggio in extremis del Maggio, certamente non facile – visti anche i 27 milioni di euro di disavanzo collezionati dal Teatro negli anni -, ma che non ha impedito comunque alla sovrintendente di finire nel mirino delle due parti. Le motivazioni? L'appuntamento, fissato da mesi con la Provincia, e «disertato» dalla Colombo ieri mattina, e la notizia (amara) della sospensione del patto integrativo per i lavoratori del Maggio da settembre a dicembre, novità che le sigle sindacali hanno accolto storcendo il naso. Con ordine. Ieri mattina la sovrintendente avrebbe dovuto partecipare a un incontro istituzionale programmato da tempo con le Commissioni Cultura e Lavoro della Provincia: il vertice, che si sarebbe dovuto svolgere presso la sede della Fondazione del Maggio Musicale, è però saltato a causa dell'assenza della Colombo, impegnata – come spiegato poi dalla stessa – a confrontarsi con i sindacati del Comunale. «Ho avvisato la Commissione della mia impossibilità a partecipare – ha sottolineato la Colombo, durante la presentazione ufficiale, insieme al sindaco Matteo Renzi, del piano di rilancio del Maggio -, ho chiesto scusa per la mia assenza, ma ho preferito stare lì con i miei lavoratori e discutere con loro del progetto di risanamento». Parole che non sono bastate, però, ai consiglieri provinciali, che in una nota siglata dai presidenti delle due Commissioni Andrea Calò e Alessandro Cresci, e sottoscritta dai gruppi Pd, Pdl, Udc, Idv, Sel e Rifondazione comunista, hanno definito l'atteggiamento tenuto dalla sovrintendente «un atto grave e irresponsabile di fronte agli scenari allarmanti annunciati dal cda per quanto riguarda le misure di recupero del deficit, il congelamento del contratto integrativo aziendale e un'annunciata riduzione d'organico pari a 130 lavoratori. Non è la prima volta – hanno rimarcato – che le Commissioni provinciali attendono atti concreti e risposte in merito alla gestione». E se il mancato appuntamento con la Provincia ha visto la sovrintendente attirarsi pesanti critiche, altrettante polemiche, indirizzate sempre alla Colombo, sono arrivate al termine della tavola rotonda, ieri mattina, con i sindacati: Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Fials-Cisal, si sono detti, infatti, sconcertati per le scelte «unilaterali» condotte dal cda del Maggio, ed hanno espresso disappunto, in particolare, per la decisione di sospendere il contratto integrativo. «Siamo rimasti spiazzati in negativo – hanno spiegato i rappresentanti della Cgil, che hanno abbandonato, in segno di protesta, l'incontro – Avevamo iniziato un percorso doloroso, ma comunque eravamo disponibili e pronti a fare anche delle concessioni. Scoprire che il cda ha deciso per lo stop all'in – : tivo è un fatto grave che ci met-t in:. C ….ha nel proseguire un percorso condiviso. La Colombo oggi (ieri, ndr) ci ha messo semplicemente di ft'onte al fatto compiuto». Le quattro sigle sindacali hanno in programma una serie di assemblee con i propri iscritti, tra oggi e il fine settimana: conclusi gli incontri, Cgil, Cisl, Uil e Fials hanno annunciato l'intenzione di chiedere al più presto un «vertice unitario» a Comune, Provincia e Regione. ***

    Commento by anonimo — 10 settembre 2011 @ 11:45

  26. Volete risolvere i problemi del Maggio? 

    Dimezzatevi  l'integrativo in  Scala , date meno soldi a Zeffirelli, mandate via ..agli dall'Accademia di Santa Secilia. Come per magia tutti problemi si risolveranno , provate! 
     

    Commento by anonimo — 11 settembre 2011 @ 08:34

  27. 13/09/11

    CORRIERE FIORENTINO

    MAGGIO, L'APPELLO SORPRENDE I SINDACATI – MAGGIO, L'APPELLO SORPRENDE I SINDACATI. "APERTURA O BLUFF?"

    IL TEATRO SUL FILO DELLA ROTTURA

    Maggio, l'appello sorprende i sindacati Dopo l'appello di Renzi a trattare, i sindacati del Maggio prendono tempo, ma tra oggi e domani proclameranno lo stato d'agitazione.
    II teatro Dopo l'invito di Renzi a trattare Maggio, l'appello sorprende i sindacati «Apertura o bluff?» La protesta Cgil, Cisl, Uil e Fials proclamano stato di agitazione e scioperi: «Ma siamo pronti al passo indietro se ritirano il blocco dell'integrativo» Un appello che quasi ha spiazzato. E le domande, le stesse, che da 48 ore frullano nella testa dei sindacalisti del Maggio dopo l'sms («Rimettetevi subito a sedere al tavolo delle trattive altrimenti il Comunale chiude») che il sindaco ha lanciato sabato sera dal palco della festa del Pd. «Farà sul serio o è un bluff?» si chiedevano ieri i vari rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e Fials. O ancora: «Ma come prima ci bloccano l'integrativo e poi ci chiedono di trattare?». Ancora meglio: «Forse quell'appello l'ha lanciato solo perché era alla festa del Pd». Di certo la situazione che pareva bloccata e irreversibile — dopo che la sovrintendente Francesca Colombo e il sindaco la settimana scorsa hanno annunciato un piano di ristrutturazione del Maggio che prevede il congelamento dell'integrativo per tutti i dipendenti del teatro — ora è più fluida. I sindacati tra oggi e domani comunicheranno la proclamazione dello stato di agitazione e il mandato allo sciopero (ricevuto dalle assemblee degli iscritti) che senza un cambio di rotta colpirà le prime dei prossimi spettacoli in calendario dalla fine di questo mese. Di certo però per scongiurare gli scioperi e per riportare al tavolo della trattativa i sindacati Renzi e Colombo dovrebbero scongelare il blocco dell'integrativo fino alla fine dell'anno deliberato in consiglio di amministrazione o perlomeno offrire «un vero piano di rilancio del Maggio», dice Paolo Aglietti della Cgil. Certo è che la situazione non può restare bloccata. I conti non tornano, da più di 15 anni è vero, ma non tornano. E il rischio — con 27 milioni di deficit strutturale e 8 solo nel 2011 — è la chiusura. In teatro ieri mattina girava voce che la prossima convocazione dei sindacati al tavolo delle trattative potrebbe avvenire per venerdì 16. Prima i sindacati vogliono capire cosa ci sia dietro l'appello del sindaco. «Quella di Renzi — dice Marco Salvatori della Fials, il sindacato che raccoglie gran parte dei componenti dell'orchestra — non mi sembra l'affermazione di chi vuole tirare dritto senza guardare in faccia a nessuno. Ora ci aspettiamo passi concreti verso di noi e vorremmo capire se questa delibera del cda esiste davvero». Tra i sindacati c'è unità di intenti. Non è tempo di divisioni. C'è chi è più morbido e chi è più duro. Chi si alza prima dal tavolo della trattiva (è stato il caso della Cgil) chi dopo. C'è chi sospetta che la rottura, in particolare con la Cgil, sia un'appendice importante dell'attrito che c'è tra il sindaco e il sindacato. Che la questione insomma sia politica. «La vertenza del teatro non riguarda i rapporti tra il sindaco e la confederazione — sottolinea Aglietti — e non ci siamo mai sottratti alla discussione. Siamo pronti a parlare di prepensionamenti e ammortizzatori sociali, della gestione del nuovo teatro. Ma se questa vertenza il sindaco vuole farla diventare come quella dell'Ataf è nostro diritto scioperare».

    Commento by anonimo — 13 settembre 2011 @ 09:27

  28. 13/09/11

    REPUBBLICA GENOVA

    OPERA, PER LA SALVEZZA, MANCANO ANCORA 1,3 MLN

    Opera, perla salvezza, mancano ancora 1,3 min Pacor. L'attivo è a più 2,2 min. Al posto di Luisi, Buchbinder e un altro concerto Preoccupata la Cgil
    DONATELLA ALFONSO COMMISSARIAMENTO?

    Proprio no. Abbiamo recuperato 1,8 milioni di attivo a fine giugno e siamo già apiù 2,2 milioni. Con i prossimi interventi dei privati e qualche risparmio sulla produzione, alla fine dell'anno i 3,5 milioni che la legge chiede di raggiungere per superare il "rosso" sempre di tre milioni e mezzo dello scorso anno, lo avremo superato». Giovanni Pacor, sovrintendente del Teatro dell'Opera, gioca con le parole al termine del primo cda dopo la pausa vacanziera e dice che il Teatro, al momento, è "Felice". Sarà: ma mancano ancora 1,3 milioni di euro, sotto questi cieli oscuri nonostante l'estate prolungata. Ma cosa si dice dal ministero dei Beni Culturali, quello che ha mandato la lettera-avvertimento sul rischio commissariamento se per due anni consecutivi si va in rosso, dove Pacor ha avuto lunghi colloqui insieme con il direttore di staff Giorgio Nannetti? «Ci guardano e ci accompagnano, ma ripeto, non ci sono problemi grossi in vista, anzi: stiamo per concludere qualche nuovo accordo positivo e domani lanciamo la campagna di abbonamenti. I contratti di solidarietà hanno funzionato e ci sono anche dei risparmi sulle produzioni, ripeto». Già, perché la "botta" del forfait di Fabio Luisi e della sua Nona di Beethoven, che doveva aprire la stagione sinfonica il 7 ottobre, è stata riassorbita solo in parte: vale a dire che, come si dice nei corridoi del Torrione anche se il sovrintendente si trincera dietro il no comment d'ordinanza, la Nona costruita da Luisi, bloccato al Metro-politan di NewYork, non si sentirà. Ci saranno, invece, due concerti, l'8 e i l9 ottobre, anche per gli impegni presi con Ucina nell'ambito degli eventi collaterali al Salone Nautico: la prima sera porterà sul palco del Carlo Felice l'applauditissimo pianista tedesco Rudolf Buchbinder che lo scorso anno si esibì sotto la direzione di Zubin Mehta in una serata indimenticabile; il giorno seguente ci sarà un concerto lirico-sinfonico di Rolando Panerai e Desirée Cantatore. Accompagnati dai giovani o meno prescelti per l'Opera studio, protagonisti della super selezione da settecento ugole: una decina i già decisi, altri 3-4 da scegliere tra una ventina di aspiranti rimasti, e cinque selezionati da atri concorsi. 'dn tutto 18-20voci, ma di alto livello e una bellissima occasione per il teatro e il suo pubblico» chiarisce Pacor. Basterà tutto questo per tranquillizzare i sindacati? Se già da tempo gli autonomi avevano tuonato contro i contratti di solidarietà, ieri è scesa in campo la Cgil: a chiarire, con le parole del segretario generale Slc-Cgil Maria Pia Scandolo, che i lavoratori hanno fatto la loro parte con i contratti di solidarietà, adesso tocca ad enti locali e privati dare quanto promesso. Altrimenti, la buona volontà potrebbe, come dire, venir meno. ***

    Commento by anonimo — 13 settembre 2011 @ 09:56

  29. 3/09/11

    SECOLO XIX GENOVA

    CARLO FELICE, ARRIVA IN DOTE VILLA GRUBER

    ANNUNCIO DEL SINDACO VINCENZI AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FONDAZIONE

    Carlo Felice, arriva in dote Villa Gruber Il Comune cede l'edificio per scongiurare l'arrivo del commissario: servirà a colmare parte del buco di bilancio.
    PRIVATI LATITANTI I contributi attesi dagli sponsor non sono arrivati, spingendo Tursi a intervenire SINDACATI PERPLESSI La Fials: «Mancano all'appello due milioni, che erano stati promessi dal ministro Bondi»
    ROBERTO SCOLLI IL RISCHIO di un nuovo commissariamento si allontana. L'edificio principale di Villa Gruber entra nel patrimonio della Fondazione del teatro Carlo Felice. La mossa, decisa ieri sera dal consiglio di amministrazione presieduto da Marta Vin-cenzi, è sufficiente per colmare parte del disavanzo del teatro – tra i due, tre milioni sui circa diciassette complessivi – per una parte sufficiente a evitare una possibile, nuova amministrazione controllata. Quella della patrimonializzazio-ne dell'edificio storico – decisione che dovrà passare al vaglio del consiglio comunale – è una scelta che, oltre a consolidare la salute della Fondazione, risponde, in parte, anche alle preoccupazioni di lavoratori e sindacati. Giusto ieri la Cgil diramava una nota puntando l'indice contro la stagnazione del teatro, dopo l'introduzione, unica opera in Italia, dei contratti di solidarietà. «Vorrei capire, e con noi i lavoratori, se la disponibilità e gli sforzi di chi ha accettato il contratto di solidarietà sono serviti a qualcosa». Nessun cambio di rotta nonostante i sacrifici del personale. Questo il senso delle parole di Maria Pia Scandolo, segretario generale della Slc Cgil. «Erano previsti interventi economici da parte di privati a sostegno del bilancio e si prevedeva, nel tempo, un contributo da parte degli enti locali». Invece, almeno fino a ieri sera, non c'era ancora traccia né dell'uno né dell'altro. «Quando proprio questi due elementi – sottolinea una nota della Cgil – insieme ai contratti di solidarietà, servivano al salvataggio e, dopo, per il rilancio del Teatro». Non è un caso che i lavoratori guardassero al consiglio di amministrazione, riunitosi ieri sera, per – almeno – dare il via libera al cartellone di fine anno. «Il quadro economico non è per nulla semplice – insiste Maria Pia Scandolo della Cgil – però non possiamo dimenticarci del piano di impresa, che prevedeva alcune cose, di cui però non si è fatto più cenno». Alla fine qualcosa è arrivato. Mancando ancora il contributo dei privati, ecco quello di Tursi. Oltre a Villa Gruber, che risponde anche alla preoccupazioni espresse in una lettera dal ministero dei Beni culturali, il consiglio di amministrazione – nonostante il ritardo sottolineato dalla stessa Cgil – ha dato il via libera al cartellone di fine anno, che vede, tra le star del programma, anche lo scrittore Andrea Camilleri, in veste di regista, della Cavalleria Rusticana. Il programma definitivo, completo di tariffe, abbonamenti e facilitazioni, sarà presentato domani dal sovrintendente, Giovanni Pacor. La tenuta sul lungo periodo del teatro, dicono i sindacati, è ancora in dubbio. «Vorremmo maggiore chiarezza – aggiunge Scandolo – perché da ciò che sappiamo le applicazioni dei contratti di solidarietà e delle altre misure previste hanno reso, economicamente, meno del previsto. Allora bisogna capire una volta per tutte se lo sforzo dei lavoratori ha un senso o meno». Perplessi anche gli autonomi della Fials, come spiega Nicola Lo Gerfo. «Occorre che il cda, e in particolare il sindaco Vincenzi, si faccia sentire politicamente, per fare in modo che entrino nuove risorse. Diminuire l'orario del 40 per cento non è cosa da poco. Oltre ai lavoratori, si penalizza anche la città. Senza contare che mancano all'appello ancora due milioni, promessi da Bondi, che dovrebbero, a questo punto, essere chiesti al nuovo ministro». sculli@ilsecoloxix.it RIPRODUZIONE RISERVATA I consiglieri di amministrazione Mario Menini ed Ernesto Lavateli' ***

    Commento by anonimo — 13 settembre 2011 @ 09:58

  30. Contro il licenziamento delle Maschere del Maggio Musicale Fiorentino

    Contro il licenziamento delle Maschere del Maggio Musicale Fiorentino
    CI SIAMO DOMANI RIENTRIAMO TUTTI!!!! E RINGRAZIEREMO TUTTI

    Cari spettatori del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e cari colleghi, siamo lieti di essere con voi per un’altra stagione. La sera dell’ultima replica del Cappello di paglia (20 luglio) vi rendemmo partecipi del nostro sconcerto di fronte alla notizia ricevuta quella stessa mattina, a tre giorni dalla scadenza del contratto, che a settembre non saremmo stati richiamati a lavorare. Oggi, a due… mesi di distanza, siamo faticosamente riusciti a trovare un accordo con la direzione, anche se a costo di sacrifici e gravosi compromessi. Nella speranza che ci venga permesso di svolgere il nostro lavoro con la passione di sempre, ma anche e soprattutto con dignità, diritto indiscutibile di ogni lavoratore, vogliamo ringraziarvi tutti per il sostegno e la solidarietà che ci avete dimostrato in questa difficile battaglia e che, siamo sicuri, ci dimostrerete ancora. Il Personale di sala

    Commento by AutoOrgScala — 29 settembre 2011 @ 23:23

  31. As a Newbie, I am always searching online for articles that can be of assistance to me. Thank you

    Commento by guitar lessons columbus ohio 29506949 — 10 ottobre 2013 @ 07:20

  32. Wow, marvelous blog layout! How long have you been blogging for?
    you made blogging look easy. The overall look of your site is fantastic, let alone the content!

    Commento by dreamhost reviews — 14 ottobre 2013 @ 16:06

  33. I have been reading out some of your articles and i must say nice stuff. I will make sure to bookmark your website.

    Commento by how to play guitar and easy — 15 ottobre 2013 @ 08:26

  34. I must express thanks to you for bailing me out of this type of situation. Just after surfing around through the world-wide-web and finding tricks that were not powerful, I figured my entire life was done. Being alive without the presence of approaches to the problems you’ve resolved all through the short article is a crucial case, as well as the kind which might have badly affected my career if I hadn’t come across your site. Your natural talent and kindness in maneuvering all the details was tremendous. I don’t know what I would’ve done if I hadn’t discovered such a thing like this. I can at this point relish my future. Thanks for your time so much for your skilled and result oriented help. I won’t think twice to suggest the sites to anyone who needs and wants direction on this subject matter.

    Commento by Josh Kasee — 24 ottobre 2013 @ 22:58

  35. Well I truly enjoyed reading it. This subject procured by you is very practical for correct planning.

    Commento by read full article — 27 novembre 2013 @ 14:01

  36. Wow, amazing blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your website is magnificent, let alone the content!

    Commento by Marina Amemiya — 28 novembre 2013 @ 14:51

  37. I’m not sure where you are getting your information, but good topic. I needs to spend some time learning much more or understanding more. Thanks for wonderful info I was looking for this info for my mission.

    Commento by check out this — 9 dicembre 2013 @ 23:46

  38. Very nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to say that I’ve truly enjoyed surfing around your blog posts. After all I will be subscribing to your feed and I hope you write again very soon!

    Commento by thor 2 film complet francais — 10 dicembre 2013 @ 19:25

  39. I do not even know the way I stopped up right here, however I thought this post was good. I do not understand who you’re but certainly you are going to a well-known blogger in the event you aren’t already. Cheers!

    Commento by Madeleine — 17 maggio 2014 @ 17:34

  40. Today, I went to the beachfront with my children. I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She
    placed the shell to her ear and screamed. There was a hermit crab inside
    and it pinched her ear. She never wants to go back! LoL I know this is entirely
    off topic but I had to tell someone!

    Commento by Discover More Here — 9 giugno 2014 @ 03:33

  41. Thank you for every other excellent post. The
    place else could anybody get that kind of information in such a perfect approach of writing?
    I have a presentation next week, and I’m on the look for such info.

    Look into my blog post งานออนไลน์

    Commento by งานออนไลน์ — 21 giugno 2014 @ 18:45

  42. Stunningly bridges any class gaps she is a uniting force under the
    banner of culture and art. Don’t take their suggestions that the color isn’t right for your hair color  or the dress is a little too loose on the sides… Always stick with your gut because as long as you feel good, you’ll look good too.
    Bed and Breakfast accommodations in London are vast and you can easily locate
    ones that are of low price yet offer a very satisfying stay.

    Commento by Kings Road Hack — 22 giugno 2014 @ 04:48

  43. Hello there! I know this is kinda off topic however I’d figured I’d ask.
    Would you be interested in exchanging links or maybe guest writing a blog article or vice-versa?
    My site addresses a lot of the same topics as yours and I think we could greatly benefit from each other.
    If you’re interested feel free to send me an email. I look forward to hearing from you!
    Superb blog by the way!

    Commento by hip hop hats — 22 giugno 2014 @ 15:42

  44. Hurrah, that’s what I was seeking for, what a data! existing here at this blog, thanks admin of this website.

    SdjPs pounds till payday RBzCq

    Commento by pounds till payday — 7 luglio 2014 @ 10:53

  45. When I originally commented I seem to have clicked the -Notify
    me when new comments are added- checkbox and now every
    time a comment is added I receive four emails with
    the exact same comment. Perhaps there is a means you can remove me from
    that service? Appreciate it!

    Commento by bikini body workout — 20 luglio 2014 @ 18:46

  46. Hi there I am so thrilled I found your site, I really found you by mistake, while I was browsing on Google for something else, Anyhow I am here now and would just
    like to say thank you for a tremendous post and a all round
    entertaining blog (I also love the theme/design), I don’t have time to read it all at
    the minute but I have book-marked it and also included your
    RSS feeds, so when I have time I will be back to read more,
    Please ddo keep up the excellent work.

    Here is my web-site: get paid to take online surveys

    Commento by get paid to take online surveys — 1 settembre 2014 @ 17:03

  47. There are a lot of websites on the internet today that offer free arcade games that are easy
    to play, keep scores and make you addicted to persuade you to visit their sites every time when you feel bore.
    Play with others who have credibility and are accountable for their
    actions. Playing classic arcade games is fun for someone that grew up in the decade when they were first introduced,
    it is a true “blast from the past.

    Commento by arcade games el paso tx — 2 settembre 2014 @ 15:09

  48. To increase contractor searches by company name
    and NOT bytrade. Anything else is thought of until they’ve
    become much more. If you think fraud victims are usually made of nylon and these are acts against all the averages
    off. Becoming ready helps you see before you finalize your Massachusetts
    painting contractor for a written contract.

    Also visit my blog post – homepage (Lavonda)

    Commento by Lavonda — 8 settembre 2014 @ 17:10

  49. Regardless of whether consumers you want to get more than to prove they are satisfied with.
    If you want to spend on it goes back to Tommy Hazouri in 1991.
    Ii is also advisable to hire a good consumers contractor account.

    My page; website – Rusty

    Commento by Rusty — 11 settembre 2014 @ 10:35

  50. If not was there or not. Check if the painter took over responsibility for their comfortable
    living and one thing anybody should prevent the interference of a roof repair.
    We provide free estimates and go unlicensed contractors as far as security.
    If you feel you truly care about them working properly especially in New York Times reports.
    Visit SanDiegoPainting org if you want your installation. As the Federal
    Acquisition Institute, located in the wake of the way that
    he has payroll.

    Here is my site: web page (Damaris)

    Commento by Damaris — 17 settembre 2014 @ 08:24

  51. for sale henry as well as judith state the lawn comprises

    Excellent! In part snowy the particular beef absolutely does assistance with a lowering, however if you [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-homme-abercrombie-tshirts-c-6_18.html]t shirt abercrombie[/url] simply have a well-defined ample blade no definitely subject. Will not mess with the salt rate for instance Used to in this little subsequent go over where We substituted a Soy Marinade having Teriyaki and more [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-homme-hollister-chemise-224-carreaux-c-50_54.html]chemise è„¿ carreaux femme[/url] sweetie. It NEEDS to be high sodium. [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-homme-abercrombie-washed-short-chemises-c-6_40.html]short abercrombie[/url]

    Within a affirmation, a Whitened Dwelling mentioned the charges would probably goal “those that are a lot of directly linked to destabilizing Ukraine, such as military treatment around Crimea, and doesn’t [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-femme-hollister-shorts-c-41_47.html]short [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-femme-hollister-shorts-c-41_47.html]short hollister[/url] hollister[/url] prevent even more steps when the situation weaken.In . The sanctions were improbable to be able to straight targeted Putin. Methods came up since European union leaders accumulated with an unexpected emergency summit within Brussels to do place their unique measures, however made an appearance divided more than how forcefully to go by Numerous head.

    The particular music artists’ secondhand ideal is very important as the complete value of a paintings is usually never became aware to the first profit. By way of example, an Melbourne artisan, Clifford Possum Tjapaltjarri’s sold the painting them, Warlugulong, to get $1,200 to begin with plus it later resold pertaining to $2.4 [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-homme-hollister-polos-c-50_60.html]polos hollister[/url] million. Your performer with his fantastic house gotten nothing in the second-hand.

    Commento by occuncDeems — 17 settembre 2014 @ 09:09

  52. for sale component a couple of incorporates a created [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-femme-abercrombie-doudoune-c-1_31.html]doudoune hollister[/url] document

    If you are elevating urban center slickers, [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-homme-c-50.html]hollister homme[/url] Arizona Incline Region may be your current beloved ones great escape. After you’ve come to the actual Only Legend State, visit some sort of trusty steed in order to stir both you and your [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-homme-c-6.html]abercrombie homme[/url] toddlers away and [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-femme-abercrombie-veste-c-1_32.html]veste abercrombie Femme[/url] off to among several other individual ranches observed in this article. For example, scalp 50 a long way north west of San Antonio, and you’ll find a Flying D Guests Rnch, a 700 acre residence great for small boys and also cowgirls.

    Is actually a temporary sale made as well as rent rear agreement the easiest way to acquire short term money to your small company?A sale in addition to hire back again can be used by way of corporations companies as a means with bringing in some dough to get more working capital, to afford business expansion plus growth or even increase some extra revenue for any specific venture. In this fiscal design this company will certainly put up for sale [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-femme-c-1.html]abercrombie femme[/url] a serious asset, like storage area, offices, a big part of systems for example. And rent the idea back away the modern seller..

    I did slightly wrapped up if your kitchen workers provided my own panini. A tasty combination brie, cheddar as well as U . S . Each difficult task may last for About 6 weeks. You will receive A pair of texts 7 days for a entire regarding 12 sms messages. For those who sign up to a [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-femme-c-41.html]hollister femme[/url] couple of challenge, you’ll get a lot more than 12 sms messages in one week.

    Commento by occuncDeems — 17 settembre 2014 @ 13:13

  53. for sale it has to be given tiny amounts involving lumber firefox

    Half-dozen:Forty five in the afternoon: Former Karnataka Lokayukta Santosh Hegde says Arvind Kejriwal must pull away demonstrate simply because it is going to affect AAP with Lok Sabha elections. [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-homme-abercrombie-tshirts-c-6_18.html]t shirt abercrombie[/url] Hegde additionally instructs AAP: “You won’t be able to take the legislation absolutely need hands and fingers. Although Mahatma Gandhi achieved, you simply can’t do in the 21st century.In [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-homme-hollister-pulls-c-50_59.html]pull [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-homme-abercrombie-jeans-c-6_19.html]jean abercrombie[/url] hollister[/url] ..

    The spot with this H W couldn far superior: Chaffee Nation truly supplies the best of Denver co. There exists a lot within this astonishingly gorgeous spot to bring in holidaymakers in addition to family and friends, like every one of the outside activities people today come to Denver co regarding: top class climbing plus climbing, river tubing, flyfishing, searching from the North dakota Lake and also our own a lot of great mountain bodies of water, biking along with jeeping, all downhill rock climbing, along with cross-country snowboarding in addition to snow vehicles road are readily available. You can choose to search windsurfing in this lately produced river park your car, and normal scorching rises pertaining to sopping are all around: Cottonwood Warm Comes, Mt.

    “The pit was astounding. There seemed to be [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-homme-hollister-sweater-avec-capuche-c-50_55.html]Sweater Hollister[/url] a spike of [url=http://www.baladesetc.fr/abercrombie-femme-abercrombie-pull-c-1_26.html]pull abercrombie femme[/url] good ole’. Nevertheless [url=http://www.baladesetc.fr/hollister-femme-hollister-pantalons-c-41_46.html]pantalon hollister[/url] exactly what took place from that moment with, I actually performed to your maximum extent connected with the professionalism, reliability , this will help to me personally lessen or perhaps produce this illusion to be at peace using this mind,” Schettino advised a buddy in a wiretapped conversation..

    Commento by occuncDeems — 17 settembre 2014 @ 13:53

  54. Hi to every body, it’s my first go to see of this
    web site; this web site contains awesome and really excellent information for readers.

    Commento by no deposit casino — 10 ottobre 2014 @ 22:32

  55. Greetings, I believe your blog could possibly be having browser
    compatibility issues. When I take a look at your website in Safari, it looks fine however when opening
    in I.E., it has some overlapping issues.
    I just wanted to give you a quick heads up! Other than that, great blog!

    Here is my web site – The Sims 4 Crack

    Commento by The Sims 4 Crack — 11 ottobre 2014 @ 03:00

  56. I’m pretty pleased to find this site. I need to
    to thank you for your time due to this wonderful read!!
    I definitely appreciated every part of it and i also have you
    book marked to see new stuff in your web site.

    Commento by muscle building — 12 ottobre 2014 @ 10:00

  57. Do you mind if I quote a couple of your posts as
    long as I provide credit and sources back to your weblog?
    My blog site is in the exact same area of interest as yours and my visitors would certainly benefit from
    a lot of the information you present here. Please let me know if this alright with you.
    Cheers!

    Commento by mens liverpool socks — 29 ottobre 2014 @ 22:35

  58. Type 2, referred to as HSV-2 may be the main reason behind genital herpes.

    Commento by Maxwell — 31 ottobre 2014 @ 06:02

  59. When someone writes an paragraph he/she keeps the thought
    of a user in his/her brain that how a user can be aware of it.

    Thus that’s why this paragraph is great. Thanks!

    Review my web site: cash paid surveys

    Commento by cash paid surveys — 14 novembre 2014 @ 04:27

  60. Hi, I do believe this is a great blog. I stumbledupon it 😉 I will come back once again since I saved as a favorite
    it. Money and freedom is the best way to change, may
    you be rich and continue to guide others.

    Commento by Brustverkleinerung — 15 novembre 2014 @ 01:39

  61. It’s a pit you don’t have a donate button! I’d
    without a doubt donate to this fantastic blog!
    I guess for nnow i’ll settle ffor book-marking and adding your RSS feed tto my
    Google account. I look forward to brand new updates and will share this website with my Facebgook group.
    Chat soon!

    Here is my age – Where To Meet Older Women

    Commento by Where To Meet Older Women — 13 gennaio 2015 @ 05:08

  62. Way cool! Some very valid points! I appreciate you writing this write-up and also the
    rest of the website is also really good.

    Feel free to visit my website get paid to take surveys

    Commento by get paid to take surveys — 22 gennaio 2015 @ 08:37

  63. The machine start-up requires nothing much and also the scanner can transport 50 pages in a single instance.
    Thanks to the advent of third-party tech support providers.

    Look at my blog … http://hp.supportnumber.org/ (leftfoot.fi)

    Commento by leftfoot.fi — 31 gennaio 2015 @ 17:20

  64. I read this post completely concerning the difference of hottest and preceding technologies, it’s awesome article.

    Commento by surowa czekolada — 5 febbraio 2015 @ 20:33

  65. There is definitely an easy to utilize a ratio for calculating a nutritious weight to height.

    Visit my homepage att u verse (http://wiki.ysgard.org/)

    Commento by http://wiki.ysgard.org/ — 8 febbraio 2015 @ 20:17

  66. I was recommended this website by my cousin. I am not sure whether
    this post is written by him as nobody else know such detailed about my
    trouble. You’re incredible! Thanks!

    Commento by puzzle arbitrage ea — 11 febbraio 2015 @ 01:45

  67. If you carry on and experience a problem, come back to this screen and click the
    “Disable” link under each extension to perform Chrome
    wonderful extensions disabled. To block websites on Google Chrome Games Chrome in Windows, add the addresses from a sites you would like blocked on the Hosts
    file.

    Commento by Google Chrome Games — 15 febbraio 2015 @ 09:47

  68. Get an older java version
    of Mozilla Firefox with help from the….

    Commento by java version — 22 febbraio 2015 @ 12:00

  69. It could be due to earning mistakes in implementing a plan in a single’s life.

    My webpage – mortgage payment calculator

    Commento by mortgage payment calculator — 23 febbraio 2015 @ 14:45

  70. 2011 tax estimator will assist you to to exact and accurate tax calculation because of this
    season so you don.

    Feel free to visit my site: bmi.onlinecalculators.org – http://alseides.gr/?option=com_k2&view=itemlist&task=user&id=700

    Commento by http://alseides.gr/?option=com_k2&view=itemlist&task=user&id=700 — 28 febbraio 2015 @ 09:10

  71. Many people found that old Weight Watchers program successful.

    My web blog :: 2015 mileage rate

    Commento by 2015 mileage rate — 2 marzo 2015 @ 03:49

  72. thnx good topicBlog Tv show and Blog medical nichehttp://aiginsider.com/

    Commento by Mortgage Rates — 4 marzo 2015 @ 03:18

  73. Disbursements might be calculated regardless in the
    period how it’s paid; quarterly, monthly or once
    every two weeks.

    my web blog … ovulation predictor tests

    Commento by ovulation predictor tests — 7 marzo 2015 @ 15:37

  74. Still the top and most respected auction site around, e – Bay offrs
    thousands of products of all kinds.

    Look into my blog post – http://vc-enisey.ru/?option=com_k2&view=itemlist&task=user&id=4766

    Commento by http://vc-enisey.ru/?option=com_k2&view=itemlist&task=user&id=4766 — 11 marzo 2015 @ 22:04

  75. Just type inside name from the store and coupon and you also may discover a
    great discount.

    Look into my webpage community.wagertalk.com

    Commento by community.wagertalk.com — 15 marzo 2015 @ 09:10

  76. Young is remembered as one of Major Leaague Baseball. If the
    pitch missed the tramp, wwe actually had a sheet set up to stop the golf balls.

    The games can be seen on several chanjnels including FOX, ESPN and
    the MLB Network.

    Commento by Tracee — 16 marzo 2015 @ 01:02

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by R*