Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

4 Dicembre 2011

ECCO A VOI IL PROGRAMMA DI MONTI PER I LAVORATORI E PENSIONATI

Filed under: Uncategorized — Lavoratoriscala @ 19:41
                       Carta L'APpeso1.jpg splinderSi deindicizzano le pensioni medie :
Vecchi alla fame, tra le lacrime della ministra Forneo in diretta degna per una parte nella commedia dell'arte.
Si va in pensione dopo 42 anni di lavoro e tutti con il contributivo .
Gli ammortizzatori sociali ,guarda un po' ,non ha avuto tempo di farli .
Aumento delle spese sanitarie. Aumento dell'iva dal secondo semestre 2012.
Parole d'ordine : equità . Insieme . Decreto salva Italia.
L'italia è salva .Auguri eGood night and good luck.

American Dream – Il Sogno Americano Sub Ita 1/1 – 3° Velo: Economia e Schiavitù Finanziaria

Video in primo pianoMiniatura14:18

6 Comments »

  1. Confederazione Unitaria di Base: PRECARI, ULTIMA CHIAMATA PER IMPUGNARE I CONTRATTI A TERMINE – Il p
    http://www.cub.it

    COMUNICATO StampaLAVORATORI, ULTIMA CHIAMATA PER IMPUGNARE I CONTRATTI A TERMINE.Il prossimo 31 Dicembre scade il termine per impugnare i contratti a termine da parte dei lavoratori che hanno avuto questo tipo di contratti negli anni scorsi.Come si ricorderà, A.L. COBAS-CUB, da più tempo ha avviato …

    Commento di anonimo — 4 Dicembre 2011 @ 23:22

  2. Patricia pérez pertenecía a la orquesta estable

    Murió una violinista cesanteada del Colón
    Publicado el 24 de Noviembre de 2011

     
    Por Natalia Paez

    Una oscura tristeza se compartía ayer entre los músicos de la Orquesta Estable del Teatro Colón. Quienes se expresaban con la voz o la palabra −en cariñosos y dolidos mensajes en su muro de Facebook− coincidían en el dato: se había ido el Día de la Música. La noche del martes murió la violinista Patricia Pérez luego de padecer una enfermedad que se agravó en los últimos meses. Fue noticia en julio, cuando se supo que el director Pedro Pablo García Caffi había cesanteado a ocho trabajadores, siete de ellos delegados de ATE en la junta interna. Ella era una de ellos. Había participado activamente en la representación de sus compañeros durante el conflicto que mantuvieron en 2010 con las autoridades. Sus compañeros la definieron ayer en un comunicado como “esta cordobesa, dura, terca, apasionada, esta gran violinista, esta compañera de lucha, que se nos hizo entrañable, necesaria”. Nació en Córdoba en 1960. El 6 de diciembre hubiera cumplido 51 años. Cuando empezó a estudiar violín viajaba una vez por mes a Mendoza donde la esperaba el maestro Humberto Carfi. Había sido noticia hace un año cuando al dirigirse al Teatro le robaron su preciado instrumento. Entonces ella había escrito: “Me arrebataron mi violín, mi compañero desde hace 30 años. La unión que existe entre el músico y su instrumento es algo que para el que no realiza nuestra actividad es difícil de entender. En estas noches sin poder dormir recordaba la época en que adquirí este bello instrumento. Fue amor a primer sonido.” Se radicó en Buenos Aires para continuar su carrera en el Colón. Desde 1986 a 1991 integró la Orquesta Filarmónica de Buenos Aires. Y en el ’92 ganó por concurso su puesto en la Orquesta Estable. En la foto de una de sus últimas grandes presentaciones se la ve sonriente: el 25 de mayo de 2010, día de la reapertura del Teatro Colón. Hace cuatro meses le llegó la cesantía, ya estaba enferma. “Nunca dudó, ni siquiera un instante, en poner el cuerpo para defender a sus compañeros de trabajo, pelear por sus derechos y enfrentarse a la injusticia”, dice el comunicado en el blog Habitués del Teatro Colón. Su familia era su hija de 20 años y su madre, de 84. Será despedida hoy a las 16 en una misa en La Chacarita. <

    Commento di anonimo — 5 Dicembre 2011 @ 00:23

  3. Ricordiamo Patrizia con grande affetto, una collega e sindacalista del Teatro Colon che nel 2010 ci aiutò a organizzare la confrenza stampa a Buenos Aires e instaurare il gemellaggio delle lotte con il teatro Colon, vittima delle politiche scellerate del governi neo-liberisti.
    Siamo veramente rattristati per la sua scomparsa e per tutto quello che ha dovuto subire in questi ultimi mesi passati della sua vita, sia lavorativa che personale.

    Commento di AutoOrgScala — 5 Dicembre 2011 @ 01:37

  4. Teatro Valle Occupato

    Elsa Fornero ha passato il provino per il sequel de "IL Sesto Senso". Si cercano figurazioni speciali e comparse (chiaramente non retribuite) Inviare curriculum, foto e showreel a: Piazza di Montecitorio, 33. 00186 ROMA.

    Il pianto di Elsa Fornero
    video.corriere.it

    Non pronuncia la parola sacrifici, si interrompe – H 24. Guarda adesso il video "Il pianto di Elsa Fornero" su Corriere TV!

    Commento di AutoOrgScala — 5 Dicembre 2011 @ 01:40

  5. Corriere della sera 5-12-11

    » I Appello al governo Lissner e i fondi «I privati non bastano» MILANO — Al termine della «primina» che lo riempie di orgoglio («stiamo educando un nuovo pubblico») il sovrintendente Stéphane Lissner ha parole d'entusiasmo per i cantanti («cast eccezionale») e di speranza verso il nuovo esecutivo. «Lorenzo Ornaghi è il quarto ministro alla Cultura», sorride. «Spero che il governo dia attenzione a tutti i teatri, che sono in difficoltà». E lo è anche la Scala, sebbene il pareggio di bilancio raggiunto (anche grazie agli enti pubblici, ieri il sindaco Pisapia era in sala) stia assicurando un 7 dicembre tranquillo. Sono circolate solo una lettera della Cgil sulle maschere e una della Uil sull'autonomia che non arriva. «Vorrei fare un appello al governo e chiedere dei fondi. Il teatro deve essere pubblico, mentre da noi i finanziamenti privati prevalgono. Ho cercato di diminuire le spese generali e ridurre i costi, ma non possiamo più andare avanti così. Venite a controllare — conclude Lissner — perché la gestione è assolutamente trasparente». Sarà un controllo facilissimo da effettuare, visto che un membro del Consiglio di amministrazione della Scala è diventato ministro alle Infrastrutture (Corrado Passera) e che altri due dell'esecutivo sono grandi appassionati d'opera. Uno è il primo ministro, Mario Monti, sempre alle «prime» (ci sarà anche quest'anno insieme a Napolitano) e frequentatore estivo del Festival di Salisburgo, dove quest'estate ha assistito al Don Giovanni diretto da Harding con regia di Claus Guth. L'altro è Piero Giarda, ministro per i Rapporti con il Parlamento, che è stato vicepresidente della Fondazione Milano per la Scala, componente del cda del Teatro dell'Opera di Roma e melomane appassionato. Pierluigi Panza ***

    Commento di anonimo — 5 Dicembre 2011 @ 22:51

  6. Another potential Michigan vieewr: I just stumbled across a web mention of replays of several of the La Scala operas, including FORZA (the one my wife wants to see the most), in July 2008, in Massachusetts. Don’t suppose there are any similar repeats in the midwest?I’ve corresponded with Giovanni about this before. I consider myself a highly motivated potential vieewr of these operas, and a skilled Internet digger with years of experience yet finding out what is happening with the La Scala series is far too difficult.(Heck, it wasn’t until I started digging today that I could find out that there was GOING TO BE a 2008-2009 season for the La Scala shows.)What I want is a web setup which (1) lays out the ENTIRE La Scala season schedule, probably including repeats with updates as things progress and (2) has a theater finder which takes a zip code and returns theaters within, say, 100 miles.The Met’s series (and their distributor) has this.

    Commento di Angie — 11 Luglio 2013 @ 11:08

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

 

Powered by R*