Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

14 Aprile 2014

Comunicato del Comitato Ambiente e Salute del Teatro Scala

Filed under: Amianto,Salute e Sicurezza — Lavoratoriscala @ 16:47

Ambiente Salute ComitatoTeatro Scala

Riassunto del lungo percorso del Comitato per il riconoscimento e la prevenzione dei lavoratori ex esposti all’amianto

Il riconoscimento e il conseguente inserimento nel registro degli ex-esposti della regione Lombardia costituisce il raggiungimento di un’importante verità. Le morti note dei lavoratori scaligeri Enzo Mantovani  e Roberto Monzio Compagnoni; quelle  meno note dei lavoratori scaligeri Alessandro Palmisano, Felice Boemi e Salvatore Palumbo e  degli artisti scaligeri  Pier Ottavio Soriani e Luciana Patelli non sono state casuali; le malattie correlate all’amianto per molti lavoratori non sono  casuale ma provocate dall’esposizione professionale a un rischio non preso minimamente in considerazione dalle varie dirigenze che si sono susseguite dal dopoguerra a oggi. Anche dopo la messa al bando dell’amianto nel ’92 alla Scala non sono state fornite ai lavoratori, formazione, informazioni  e dispositivi di protezione individuali.

Agli inizi degli anni 90′ cadde in un incidente il pesante sipario fonoacustico e tagliafuoco (detto“pattona”), composto da fibre di amianto, sostituito da altro sipario privo di amianto. Fino al ’95 nessuna altra bonifica avvenne al Piermarini e ancora nel 2008 la C.U.B ha denunciato agli organi preposti dell’A.S.L. il giacimento di coperte e rivestimenti in amianto rimasto in sopra sala nella volta platea.

La ristrutturazione del 2001 ad opera dell’arch. Botta aveva eliminato i grandi residui di amianto nella torre scenica. La palazzina  di via Verdi in parte bonificata dall’amianto rimane ancora chiusa in attesa di ristrutturazione. Sia gli ex laboratori della Bovisa che quelli dell’Ansaldo hanno avuto notevoli presenze di amianto anche se in quest’ultimo caso per un’esposizione più indiretta; l’uso di coperte antincendio di amianto dappertutto alla Scala è continuato a lungo. Grazie alle testimonianze di lavoratori/trici, artisti/e che da decenni lavorano nella fondazione  Scala si è potuto ricostruire il grado di esposizione per i lavoratori. Parallelamente, le certificazioni dell’avvenuta bonifica hanno confermato che fino alla data degli interventi vi era la presenza di fibre di amianto in via Verdi, via Filodrammatici, via Baldinucci e via Bergognone.

Dopo più di due anni di confronto l’A.S.L,. grazie al   lavoro prodotto dal Comitato Ambiente e Salute  culminato con la raccolta di centinaia di questionari  e la lotta portata avanti dalla C.U.B.,  ha predisposto una tabella che classifica i lavoratori ex esposti non solo per mansione e luogo di lavoro ma anche per anno di assunzione e dunque durata dell’esposizione all’amianto. Tutti i suddetti lavoratori sono stati considerati come ex esposti per causa professionale; seguendo le indicazioni del protocollo regionale il grado di esposizione è stato suddiviso in alta /media o bassa. Di conseguenza ogni lavoratore è stato inserito in una collocazione precisa nel registro degli ex-esposti all’amianto. Ciò gli permetterà di essere sottoposto alla sorveglianza sanitaria gratuita  per la  prevenzione delle malattie asbesto correlate fornita dalla Clinica del Lavoro di Milano. Chi è stato registrato con un grado di bassa esposizione ha secondo la legge diritto solo al counseling (colloquio di sensibilizzazione) mentre per chi è stato registrato in esposizione professionale media e alta sono previste anche le visite mediche, RX e test di funzionalità respiratoria. Nella convenzione con la clinica del lavoro è stato  stabilito però che  anche chi è stato classificato  di bassa esposizione può  accedere alle visite mediche specialistiche . Si ricorda che ovviamente questo percorso di prevenzione è facoltativo per il lavoratore , seppur un diritto faticosamente conquistato, i cui oneri di spesa sono per legge a carico della Fondazione.

Per quanto gli compete, il Comitato seguirà con attenzione le fasi di applicazione della sorveglianza sanitaria, fornendo ai lavoratori il supporto tecnico (medico e giuridico) eventualmente necessario.

Attenzione: il riconoscimento come ex esposti per causa professionale vale per tutti i lavoratori (ed ex lavoratori, dimessi o pensionati) che hanno subito esposizione all’amianto. Anche per coloro che tutt’ora non hanno ancora  compilato il questionario del comitato . Questa è stata una scelta precisa del Comitato e della  CUB che ha lottato per il riconoscimento nel registro degli ex esposti della regione Lombardia  per tutti i lavoratori della Scala. Un diritto universale e non il favore clientelare per gli amici e gli amici degli amici. Ovviamente, per ricevere il certificato della ASL, occorre comunicare il proprio curriculum lavorativo. Per questo, si riaprono i termini per la distribuzione, compilazione e raccolta dei questionari del comitato ambiente e salute con le modalità che saranno rese note ai lavoratori.

Il Comitato a tal proposito cerca volontari per la distribuzione e la raccolta dei questionari e dei curriculum lavorativi  da consegnare all’ASL per i colleghi  che non l’hanno  ancora fatto ma ne hanno diritto. Se volete partecipare a questa campagna, rispondete a questa mail  lasciando un proprio recapito telefonico.

Grazie della colllaborazione

L’iscrizione al Registro degli ex esposti all’amianto non prevede benefici o risarcimenti pensionistici. Secondo la legge attualmente vigente  questi spettano soltanto a coloro i quali viene diagnosticata una malattia asbesto correlata ( placche pleuriche, asbestosi, mesotelioma o tumore polmonare ) oltre al riconoscimento di invalidità da parte dell’INAIL. Questa è la situazione con le leggi attualmente in vigore.

Per il futuro solo una mobilitazione di tutti i lavoratori ex esposti  all’amianto  può portare alla modifica delle norme in senso favorevole a chi per anni ha subito “il rischio amianto”.

Saluti I PORTAVOCE  DEL COMITATO AMBIENTE  SALUTE DEL TEATRO SCALA
ROBERTO D’AMBROSIO,  NICOLAS BRAILE.,  PIERLUIGI SOSTARO

Comitato Ambiente Salute T.Scala

 

1 commento »

  1. What’s up, after reading this amazing article i am too cheerful to
    share my know-how here with colleagues.

    Commento by plastische chirurgie — 4 Agosto 2014 @ 16:10

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

 

Powered by R*