Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

24 Aprile 2014

L’ULTIMA PROVOCAZIONE

Filed under: General — Lavoratoriscala @ 15:23

logo_CUB
In questi giorni, moltissimi lavoratori e lavoratrici sono stati raggiunti da una letterina di contestazione a firma “Direttore del Personale Dott. Marco Amoruso”.
Possiamo dire che le lettere di contestazione “fioccano”, ma il Direttore del Personale non è nuovo a queste  trovate e si è messo in luce, sin dal suo arrivo, per provvedimenti “a go-go”.

E’ evidente che il suo arrivo al Teatro Alla Scala non sia frutto del caso; fonti bene informate sostengono che, dopo aver fatto il giro di alcune Fondazioni lirico sinfoniche e, dopo aver prestato servizio come Ufficiale della Guardia di Finanza, è stato spedito a Milano dal Direttore Generale del MIBAC, Dott. Nastasi, per rimettere ordine al Teatro Alla Scala e soprattutto “tagliare un po’ di teste calde”.
Il Dottor Amoruso “ha toppato”. Alla Scala troverà pane per i suoi denti, ma è il quartetto Lissnéer-Ermolli-Di Freda-Amoruso che è la “metastasi” del Teatro Alla Scala.

La loro gestione ha dissanguato la Fondazione in mille emorragie; loro stipendi, nepotismo, carrierismo pilotato da favori sindacali, avanzamenti di carriera ottenuti con criteri poco trasparenti, spreco di danaro pubblico, mala gestione in tutti i campi, appalti “a ribasso” nelle pulizie, nella ristorazione, nel facchinaggio, caduta verticale degli investimenti nei campi artistici che riguardano il Coro, l’Orchestra, il Corpo di Ballo!!!
I morti di AMIANTO dovrebbero agitare i sonni di C. Fontana, di S. Lissnèr, dell’Ing. Malgrande, dell’Ing. Morelli e soprattutto della Dott.ssa Maria Di Freda, Direttore da 20 anni, dopo una brillante carriera di sindacalista in CGIL.
Per non dimenticare la Legge Bray per quanto riguarda la malattia, la maternità, gli infortuni. Sul tema della malattia, grazie anche alle nostre denunce, la Scala ha fatto una mezza marcia indietro, ma attenzione perché la Direzione Scala ha detto e scritto che si tratta di una “momentanea sospensione”, non fatevi imbrogliare.
In questi giorni, abbiamo pure visto agitarsi, in orari impensabili, anche il sindacalista della CGIL Giancarlo Albori. Sono entrati in funzione i “pompieri” dei Sindacati Confederali Cgil-Cisl-Uil e Fials, chiamati dalla Direzione per “gettare acqua sul fuoco” e tentare di scongiurare la riuscita dello

SCIOPERO DI SABATO, 26 APRILE 2014,
per tutti i turni e per tutti i lavoratori.

Il 26 Aprile diventerà il Giorno di Liberazione del Teatro Alla Scala dal sistema di potere che domina da vent’anni.

SABATO 26 APRILE, SU LA TESTA
DALLE ORE 10 ALLE 12, ASSEMBLEA GENERALE IN LARGO GHIRINGHELLI
E CERIMONIA IN RICORDO DEI MORTI D’AMIANTO.

Basta con la paura. Chi ha paura muore tutti i giorni, chi non ha paura muore una volta sola.

Milano 24/04/2014
CUB Informazione
Milano, V.le Lombardia 20, tel. 02 70631804,
email:  cub.nazionale@tiscali.it    www.cub.it    www.cubvideo.it

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

 

Powered by R*