Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

10 Novembre 2014

Sciopero Generale alla Scala

Filed under: Comunicati Cub,General — Lavoratoriscala @ 00:48

                           

Al Teatro alla Scala il 14 novembre

L’attacco ai diritti dei lavoratori deve essere combattuto con la lotta e con l’unico strumento efficace: lo Sciopero Generale

 

Il governo vende un piano per il lavoro che non avrà effetti sul piano occupazionale ma produrrà solo più precarietà e cancellerà le residue tutele.  In contemporanea, la legge di stabilita 2015 taglia di 15 miliardi di spesa pubblica riducendo ancor più occupazione, servizi e redditi dei ceti popolari.

Con il D.L. Art Bonus (legge Franceschini)  e il via libera ai licenziamenti siamo nella fase in cui si scarica sui lavoratori la crisi provocata da  manager incapaci che hanno portato le Fondazioni Liriche Sinfoniche al fallimento.

I tagli a regioni e comuni previsti da questo governo ridurranno ancor più gli investimenti alla Cultura e allo spettacolo. Di conseguenza alla Scala, dopo l’Expo, diventano a rischio i posti di lavoro oltre all’integrativo. Questo non e’ allarmismo ma  consapevolezza che bisogna prevenire con la lotta ciò che  sta succedendo a Genova, Firenze, Roma.

Ci chiedono di lavorare il 1°Maggio 2015 per sollazzare capi di stato e ministri della Cultura che, con le loro scelte, provocano la chiusura a catena dei Teatri.

Franceschini ha dichiarato: “Quattordici fondazioni lirico sinfoniche sono troppe per le risorse del Paese”

Noi il 1° Maggio saremo con i lavoratori che si battono contro il lavoro sottopagato !

Nell’immediato alla Scala esigiamo che :

Diritti ai lavoratori/trici cosiddette a prestazioni serali finora negati come malattia, maternità, copertura Inail, ferie, trasformando l’attuale contratto in part-time contrattato

Rispetto delle graduatorie nel turn over

Sblocco delle categorie

L’eventuale settimo giorno lavorativo deve essere compensato da uno zero ore aggiuntivo

Rispetto del CCNL in fatto di trasferte/distaccamenti.

Contratto subordinato ai nuovi assunti. No alle cooperative, stage o tirocini per sottopagare e negare diritti ai lavoratori.

Ferie, devono essere concordate con la rsu tenendo conto anche delle esigenze dei lavoratori

Trasparenza del bilancio

Discussione del piano industriale dopo expo

Riconoscimento della Cub all’interno del teatro.

07 Novembre 2014

Per difendere il nostro Futuro

Il 14 NOVEMBRE 2014  tutti a Milano, L.go Cairoli ore 9,30.

CUB: proclamato lo sciopero generale unitario il 14 novembre con manifestazioni nelle principali città contro le politiche del governo Renzi e dell’Unione Europea. 

TELEGRAMMA DI INDIZIONE DELLO SCIOPERO GENERALE

http://www.cub.it/192-notizie/in-evidenza/9854-il-14-novembre-2014-la-cub-confederazione-unitaria-di-base-indice-lo-sciopero-generale-di-24-ore

Il 14 NOVEMBRE 2014 La Confederazione Unitaria di Base indice lo SCIOPERO GENERALE di 24 ORE

La politica economica del governo Renzi è un incubo per lavoratori, disoccupati e pensionati e un sogno realizzato per il  padronato.

Il governo vende un piano per il lavoro che non avrà effetti sul piano occupazionale ma produrrà solo più precarietà e cancellerà le residue tutele.  In contemporanea, la legge di stabilita 2015 taglia di 15 miliardi di spesa pubblica riducendo ancor più occupazione, servizi e redditi dei ceti popolari.

Milano, L.go Cairoli ore 9,30.
Roma, Piazza Della Repubblica ore9,30

Torino, Piazza Arbarello ore 10,00
Firenze, Piazza Puccini ore 9,30
Palermo, Piazza Politeama ore 9,30

 Prendi il manifesto in formato .pdf

Il governo realizza invece il sogno dei padroni: lavoratori sempre più asserviti e meno tasse; questa volta si vedono cancellati i contributi per tre anni ai  nuovi assunti e ridotta di 6,5 miliardi l’irap.
La disoccupazione è e resterà alta e altissima quella giovanile, perché è in crisi il modello di sviluppo basato sugli interessi del capitale, e perché gli investimenti pubblici da tempo sono in caduta libera.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

 

Powered by R*