Il Sottoscala Per Abbado un Albero in Piazza Scala

19 Settembre 2015

Noi stiamo con SPARTACUS

Filed under: General — Lavoratoriscala @ 22:14

“Romolo e Remolo ”  alias Renzi e Franceschini proseguono la loro guerra personale contro  i lavoratori della cultura. Ieri con il decreto art bonus lasciavano  campo libero ai licenziamenti nel mondo della lirica  e dopo aver messo in ginocchio orchestra e coro  questi giorni 30 tecnici e impiegati del teatro dell’opera di Roma in un silenzio assordante vengono cacciati via . Oggi si scagliano contro il diritto di assemblea dei lavoratori del colosseo che già con ampio anticipo avevano ottenuto autorizzazione a farla. Come già minacciato in occasione del primo maggio  contro  i lavoratori della scala che volevano festeggiarlo invece di inaugurare un expo che per le casse del teatro si è rivelato tra l’altro  fallimentare,  viene annunciato da Renzi nel prossimo decreto d’urgenza , stilato dalla coppia Ichino Sacconi , noti picconatori dei diritti dei lavoratori ,e presidenti di commissioni lavoro al Senato , la limitazione grave delle libertà ( di sciopero e di assemblea) dei lavoratori  .Obiettivo reale è imbavagliare   le voci di protesta contro chi ad esempio attende come nel caso   dei lavoratori, del colosseo arretrati di stipendio  da quasi un anno nonostante gli incassi galattici. Vogliono imbavagliare le voci di chi denuncia la grave mancanza di un organico fatto ormai in media da 55 enni   e assimilandoci tutti i lavoratori dei luoghi di cultura , per decreto,  a quelli del  servizio di pubblica assistenza al pari dei vigili del fuoco o degli ospedalieri intendono farci lavorare privati di qualsiasi festività da godere . Con il plauso  del marziano Marino e di tutto l’arco parlamentare esclusa rif. com. . Noi  diciamo No e stiamo al fianco dei gladiatori Romani . Orgogliosamente con Spartacus.

Confederazione unitaria di base, Milano Teatro alla Scala.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

 

Powered by R*